Ultim'ora
Un commento

Furto aggravato, ricettazione
e resistenza a pubblico ufficiale
Due persone in arresto

In seguito a servizi di osservazione predisposti dai carabinieri di Cremona partiti dopo che nel mese di maggio in varie occasioni erano stati trovati furgoni e autocarri rubati ad aziende e cantieri della provincia di Piacenza e regolarmente parcheggiati con targhe contraffatte e/o rubate, ieri pomeriggio, al termine di un inseguimento che ha avuto inizio a Cremona in via Eridano (uno dei luoghi tenuto sotto osservazione) e terminato a Pralboino, in provincia di Brescia, i militari hanno arrestato due persone: M.D., 50enne, residente a Fiorenzuola d’Arda, pluripregiudicato, e R.I. 40enne, residente a Mortara, pluripregiudicato per i reati di furto di autovettura aggravato, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale

I malviventi sono stati intercettati rispettivamente alla guida di un autocarro provento di furto consumato il 3 giugno a Piacenza e di una Ford Fiesta, in qualita’ di “staffetta”, mentre percorrevano la tangenziale di Cremona. Giunti a Robecco d’Oglio, sorpresi dalla presenza di due pattuglie impegnate in un posto di controllo, lo hanno forzato, non fermandosi all’alt e proseguendo la marcia a forte velocità. L’autista dell’autocarro, tallonato dai militari, ha poi abbandonato il mezzo in corsa all’altezza del comune di Pralboino ed è fuggito nella campagna circostante.  E’ stato rintracciato successivamente nei pressi di un canale attiguo all’argine del fiume Mella nell’intento di salire a bordo di una Lancia Ypsilon condotta da un complice arrivato per tentare di recuperarlo e farlo così sfuggire alla cattura. Nel contempo l’altro uomo, dopo aver abbandonato la Ford Fiesta nel parcheggio di un bar a Minzano, è stato rintracciato mentre a piedi cercava di nascondersi nei pressi  della pista ciclabile di Pralboino. Ha opposto resistenza, spintonando e scalciando i militari.

Sull’autocarro erano state applicate targhe, anteriore e posteriore, risultate provento di furto commesso a Piacenza.

Il conducente della Lancia Ypsilon, M.B. 21enne residente a Fiorenzuola d’Arda, pluripregiudicato, è stato denunciato per il reato di favoreggiamento personale.

© Riproduzione riservata
Commenti