Commenta

Dal Centro Internazionale del
Libro Parlato donati a Cr 29
tablet per soggetti fragili

Il Centro Internazionale del Libro Parlato (CILP) di Feltre (BL) ha deciso di consegnare alla città di Cremona 29 tablet da destinare ad enti ed associazioni che si occupano di persone fragili e con difficoltà visive. Un’iniziativa dedicata ad Edoardo Mazzieri e a Mauro Bellotti scomparsi a causa del coronovirus.

Edoardo Mazzieri ha dedicato la sua vita al volontariato collaborando con tante associazioni, tra le quali anche il CILP, ed è proprio grazie al suo generoso interessamento che la sezione di Cremona è riuscita a realizzare una sede per accogliere i volontari e gli utenti presso i locali della Croce Rossa di Cremona di cui è stato per oltre 30 anni volontario. Mauro Bellotti per tanti anni ha collaborato con passione e dedizione alla stamperia braille del Centro Internazionale del Libro Parlato.

Grazie alla somma di 5.000,00 euro, così come deliberato dal Consiglio Direttivo del Centro, sono stati acquistati i tablet che oggi pomeriggio, nel Cortile Federico II di Palazzo Comunale, sono stati consegnati ai rappresentanti dell’Azienda Speciale Comunale “Cremona Solidale”, della Fondazione Dopo di Noi Onlus, du ANFFAS Cremona, dell’Associazione A.I.M.A. – Alzheimer Caffè, di AUSER Cremona, dell’Associazione “La Città dell’Uomo” e dell’Associazione “Gianni e Massimiliano”. Tutti hanno manifestato gratitudine per questo dono che sarà di aiuto alle persone di cui si prendono cura, all’insegna della relazione e dell’ascolto, aspetti ai quali Edoardo Mazzieri e Mauro Bellotti tenevano moltissimo.

Per il Comune sono intervenuti il Sindaco Gianluca Galimberti e l’Assessore alle Politiche Sociali e della Fragilità Rosita Viola, mentre per il Centro Internazionale del Libro Parlato era presente la Coordinatrice locale Elena Spelta.

Un sincero ringraziamento da parte dell’Amministrazione Comunale al Centro Internazionale Libro Parlato così come a tutti i volontari che operano nelle realtà individuate quali destinatarie della donazione, nonché ai rappresentanti di altre associazioni presenti quali la Croce Rossa e l’UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) di Cremona, con le quali il Comune da sempre collabora attivamente.

© Riproduzione riservata
Commenti