Ultim'ora
Commenta

La Walcor potrà continuare
a lavorare: il tribunale
proroga il concordato

Il tribunale di Cremona ha deciso di prorogare  il concordato all’azienda dolciaria Walcor. Questo consentirà di sbloccare i pagamenti e proseguire la produzione. Le commesse ci sono e l’azienda è in grado di stare sul mercato. La priorità, ora, è l’occupazione.

Giovedì 2 luglio c’era stata l’udienza in tribunale a Cremona. Grazie alla proroga ora sarà presentato un piano industriale di rilancio per coprire un debito che dovrebbe aggirarsi intorno ai 40 milioni di euro. Un debito pregresso che Aldo Santini ha ereditato dopo la morte improvvisa del fratello Carlo, un imprenditore che comunque è stato in grado di trasformare questa piccola impresa in un bel complesso industriale.

Ora l’obiettivo di Aldo Santini è quello di tutelare i lavoratori in una situazione occupazionale territoriale già estremamente in crisi. Si tratta, in ogni caso, di un’azienda che ha sempre lavorato e che registra continue commesse. Prima azienda in Italia per capacità produttiva di uova di Pasqua e primo produttore al mondo di monete di cioccolato, l’azienda dà lavoro a 400 persone: 168 assunte a tempo indeterminato, più il personale interinale e quelle delle aziende addette ai servizi accessori. Esporta in 40 Paesi e vanta un fatturato che, negli ultimi anni, ha sfiorato i 60 milioni di euro lordi all’anno.

Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti