Commenta

Via tavolo della Competitività
Signoroni: ‘Rivedere il sistema
socio-sanitario territoriale’

Il futuro socio-sanitario della nostra provincia è “un tema centrale” per il presidente della Provincia Paolo Mirko Signoroni che aggiunge: “Dopo la pandemia Covid ha assunto ancor più rilevanza: un ambito che coinvolge tutte le nostre comunità locali”. Per tali motivi, sulla base di sollecitazioni che sono pervenute allo stesso Signoroni da varie realtà del territorio, “stante la situazione che ha generato la pandemia da COVID-19, di raccordo con la Cabina di Regia del Tavolo della Competitività (di cui fan parte Comune di Cremona, Crema, Casalmaggiore e Camera di Commercio), ho condiviso di istituire un quinto tavolo tematico locale denominato ‘Sistema socio-sanitario territoriale’ che, in linea con i principi del Tavolo, sia luogo di dibattito e discussione delle necessità in ambito socio-sanitario territoriale, con il fine ultimo di fornire soluzioni concrete e reali volte a potenziare il settore”.

Il presidente provinciale quindi prosegue: “Faranno parte del tavolo molte realtà del settore socio-sanitario e delle categorie professionali, sanità pubblica e privata, parti sociali ed economiche, proprio perchè la sanità è di tutti ed il territorio provinciale, insieme a tutti i Sindaci, vuole essere protagonista di ogni cambiamento e strategia di sviluppo su tali tematiche. Già a settembre vi sarà una prima convocazione ed inviterò anche la Regione, i nostri parlamentari e consiglieri regionali, affinchè si muovano i primi passi anche per quanto attiene l’iter di revisione della Legge regionale 23/2015, relativamente proprio alla evoluzione del sistema sociosanitario lombardo”.

Signoroni ha infine concluso: “Si tratta di un ambito delicato e complesso e per questo ho voluto presenti come attori non solo i sindaci, ma anche le realtà di settore e parti sociali. Grazie alla stessa e qualificata segreteria tecnica, affidata a REI Reindustria Innovazione, che segue anche gli altri quattro tavoli tematici, riusciremo, tutti insieme, a definire alcune proposte da fare alla stessa Regione, condividendo un cronoprogramma di attività e proposte da qui in futuro”. Nel mese di settembre sarà fissato l’insediamento del tavolo con l’avvio della prima seduta.

© Riproduzione riservata
Commenti