Commenta

Un match di tennis con
Roger Federer sui
tetti di Finale Ligure

La forza delle passioni e l’amore per lo sport, così come il modo in cui possono aiutare le persone a superare le difficoltà, anche durante l’emergenza Covid-19, sono state le motivazioni alla base dell’incredibile incontro di tennis sul tetto tra due giovani ragazze italiane, Vittoria e Carola: le due giocatrici hanno trovato il modo di allenarsi in durante il lockdown e di tenere viva la loro passione per il tennis creando un campo da gioco tra i tetti delle loro abitazioni a Finale Ligure (Liguria). Da questo match unico è nato un video che ha raccolto milioni di visualizzazioni in tutto il mondo.

E così, nei giorni della ripartenza in Italia, quando anche il gioco del tennis è tornato sui campi, Barilla ha reso possibile un incontro speciale: il brand di pasta italiano conosciuto in tutto il mondo, insieme al suo ambassador Roger Federer – idolo di Vittoria e Carola – ha deciso di andare a far visita alle due ragazze a Finale Ligure. ‘Re Roger’, colpito dall’amore per il tennis delle due ragazze, le ha sorprese su quegli stessi tetti della Liguria dove tutto è cominciato, per celebrare insieme l’inarrestabile passione delle future generazioni per lo sport. Carola e Vittoria, che si aspettavo soltanto di registrare una semplice intervista sul loro video virale, hanno invece avuto l’incredibile opportunità di vivere uno dei loro più grandi sogni: giocare una partita di tennis con il loro idolo.

“Per me la sorpresa è iniziata nel momento in cui ho effettivamente deciso di andare di persona a Finale Ligure – ha spiegato Roger Federer – Si era anche valutato di organizzare l’incontro in un altro posto, poi Barilla ha suggerito che sarebbe stato fantastico se io fossi potuto andare sui tetti in cui le ragazze avevano realmente giocato… Quel giorno, la loro reazione al mio arrivo non avrebbe potuto essere più carina, e sorprendente. Personalmente, per me quello è stato un momento speciale nella mia carriera di giocatore di tennis, in cui ho avuto l’occasione di sorprendere giovani fan come Carola e Vittoria”. Ed è ancora una volta Barilla – da sempre sinonimo di convivialità – che ha voluto trasmettere l’importanza dello stare insieme riunendo i tre protagonisti di questo incredibile incontro attorno a uno stesso tavolo davanti a un piatto di pasta, tra racconti e risate, come nella migliore tradizione italiana. In un modo semplice ma altrettanto unico di avvicinare le persone e creare empatia tra di loro.

“Da quando ho incontrato Roger la prima volta, ho la convinzione che uno dei suoi numerosi doni sia quello della “leggerezza” – ha detto Luca Barilla, Vicepresidente del Gruppo Barilla – Sì, perché ogni cosa che fa gli viene senza sforzo, naturale e bene. È così anche nella relazione con gli altri, quelli del pianeta terra (lui è un marziano!) ogni volta che li incontra continuando a stupire e a stupirci. È capitato anche qualche giorno fa quando è atterrato sui tetti di Finale Ligure per palleggiare con due giovani tenniste, e poi pranzare con loro e i loro genitori con un buon piatto di pasta. Roger è così: un uomo, un padre, un atleta straordinario che, quando lo incontri, ti allarga gli occhi di stupore per l’umanità e la “leggerezza” con cui si pone, e poi per il sorriso che gli marca perennemente il viso. Siamo onorati di averlo al nostro fianco”.

© Riproduzione riservata
Commenti