Un commento

Centro Sportivo S. Zeno,
allarme rientrato: negativo
il tampone della dipendente

Allarme rientrato al Centro Sportivo San Zeno, dopo che era stato individuato un sospetto caso di Covid tra i dipendenti. Oggi, lunedì 14 settembre, è arrivato il risultato del tampone che ha dato esito negativo. L’attività del centro pertanto può riprendere normalmente, dopo che, in accordo con l’Ats Valpadana e il medico del lavoro che segue il San Zeno, erano stati posti in isolamento in via precauzionale anche i colleghi che erano venuti a contatto con il caso sospetto. Nella giornata di sabato 12 settembre, infatti, c’era stata preoccupazione tra alcuni frequentatori del centro sportivo proprio per il caso di sospetto Covid, dopo che una lavoratrice stagionale, addetta al gazebo, che aveva notato alcuni possibili sintomi era rimasta a casa ed era stata sottoposta al tampone. Tampone che, come detto, è poi risultato negativo.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • bvzpao

    la procedura che chi viene a contatto con un caso sospetto (che è sospetto in quanto ha i sintomi dell’influenza) devono chiudersi in casa anche prima del tampone è una follia che genererà gli stessi problemi del lockdown, solo più nascosti perché diffusi e discreti. Non è vero che la prudenza non è mai troppa, questa è troppa. Se il loro lavoro fosse abbracciarsi ogni 5 minuti e bevessero dalle stesse bottiglie, allora ok. Ma applicano tutti i protocolli del lavoro. Se poi risultasse positivo un collega, allora faccio i tamponi per precauzione agli altri.