Politica
Commenta1

Nuovo Dpcm, Poli: 'Servono misure di supporto e dialogo con le categorie economiche'

“Invito tutti a non politicizzare il virus e la gestione della pandemia. Non ci sono ricette di destra o di sinistra”: a dirlo è Roberto Poli, capogruppo del Pd in consiglio comunale a Cremona, che però esorta il Governo a intervenire al più presto per mitigare gli effetti delle misure di contenimento e soprattutto di dialogare con le categorie economiche. Continua quindi a far discutere il nuovo Dpcm, che è ormai argomento dibattuto sui tavoli della politica. “La grave emergenza sanitaria, di dimensioni e caratteristiche inedite nella storia recente dell’umanità, ha comportato in tutto il mondo, e in Europa in particolare, l’adozione di misure di contenimento che portano con sé conseguenze pesanti sul piano economico e sociale” commenta ancora il consigliere dem.

“Nel nostro Paese, particolarmente colpito dall’epidemia, si sono rese necessarie misure particolarmente restrittive, e alcune di queste rischiano di generare forte tensione sociale con rischi di tenuta per l’intero Paese. Per scongiurare che le legittime preoccupazioni sfocino in rabbia sociale incontrollabile è necessario che le misure di contenimento della pandemia siano accompagnate da certe e rapide risposte, da parte in primis dello Stato, in termini di indennizzo economico per le attività e tutti i lavoratori penalizzati.

Per la tenuta sociale è infatti imprescindibile un patto fortissimo tra Stato e cittadini perché a fronte della richiesta di sacrifici pesanti ai cittadini vanno assicurate risposte adeguate, la cui attuazione, per garantirne l’efficacia , chiediamo sia il più possibile  tempestiva così come è stato  preannunciato dal Presidente del Consiglio.

Serve inoltre un altro patto per la tenuta sociale del Paese, ovvero un patto di lealtà tra tutti i livelli istituzionali perché in questa battaglia contro l’epidemia sanitaria e la crisi economica sociale è necessario evitare gli scontri politici e trovare il massimo livello di collaborazione istituzionale.

Il Comune che rappresenta l’interlocutore istituzionale più vicino ai cittadini ha il compito di mantenere unita la comunità, monitorare le reazioni sociali e assicurare il massimo sostegno possibile alle categorie più penalizzate dalla situazione. L’Amministrazione ha già messo in campo a giugno una serie di aiuti sul versante economico e di agevolazioni per un totale di oltre 2 milioni di euro, dal plateatico alla tariffa rifiuti, dal contributo affitti ai parcheggi. Nel Consiglio Comunale di ieri abbiamo approvato la proroga della gratuità del plateatico (Cosap), ma appare necessario in collaborazione con i rappresentanti delle categorie economiche operare ogni possibile sforzo per affrontare la situazione che si è determinata per cui chiediamo che i Comuni, che già si devono misurare con equilibri finanziari già fortemente provati dai precedenti interventi, siano supportati dai livelli Regionali e Nazionali per la messa in campo di eventuali ulteriori misure”.

© Riproduzione riservata
Commenti