Ultim'ora
Commenta

Ritardi sui vaccini ed allarme
sanitario: odg della
maggioranza in Consiglio

Nel consiglio comunale del 19 Novembre dedicato alla seconda ondata Covid saranno discussi due ordini del giorno della maggioranza, sottoscritti da Roberto Poli capogruppo PD, Enrico Manfredini capogruppo Fare Nuova la Città-Cremona Attiva e Lapo Pasquetti capogruppo Sinistra per Cremona. Il primo è relativo allenecessità di introdurre misure straordinarie anche da parte dell’Amministrazione Comunale,  di sostegno economico ai lavoratori penalizzati dalla pandemia

Il secondo odg è invece relativo all’emergenza sanitaria “e si focalizza sui seguenti punti che rappresentano delle criticità gravi” spiega Poli. In primis “Il ritardo grave da parte di Regione Lombardia nella distribuzione dei vaccini antinfluenzali. E’ noto che ad oggi i Medici di base e le Aziende Sanitarie sul territorio hanno un numero di vaccini limitato e non sufficiente a coprire le fasce fragili della popolazione.   Incredibile che proprio nell’anno in cui era ancora più necessario avere un’ampia disponibilità del vaccino, la Regione si sia mossa tardi con una serie di gare sbagliate”.

In secondo luogo si parla della “necessità di chiedere a Regione un cambio di passo in relazione al piano RSA per garantire: la disponibilità di tamponi per il tracciamento degli ospiti e degli operatori; la garanzia di fornitura di idonei dispositivi di protezione individuale; strutture di ricovero a carattere sanitario per i casi Covid 19 di eventuale insorgenza; una progressiva possibilità di visite per i parenti in sicurezza in relazione all’andamento epidemiologico e alla disponibilità di testare gli stessi all’ingresso con test rapidi e , in ogni caso, attraverso il reperimento di soluzioni organizzative che garantiscano di conciliare sicurezza e vicinanza ai propri cari alle persone ricoverate; il versamento entro novembre 2020 dei contributi previsti nel budget 2020 e non ancora versati per i posti letto rimasti vuoti a causa della pandemìa, a parziale ristoro delle maggiori spese sostenute durante l’epidemia Covid-19”.

Infine si promuove “Il sostegno al percorso che Amministrazione  Comunale e Provinciale hanno avviato con il tavolo provinciale della sanità, con la condivisione del documento sottoscritto da numerosi medici del territorio cremonese che individua le linee di intervento per la gestione dell’emergenza della seconda ondata, con la necessità di potenziare i servizi territoriali e ospedalieri”.

E ancora, sulla questione tamponi, si chiede di: “garantire il tracciamento con tamponi anche al personale sociosanitario e sociale in ambito pubblico e privato e alle associazioni di volontariato impegnate nel sostegno alla popolazione fragile nell’emergenza sanitaria in atto e mettere in atto tutte le azioni di tracciamento possibili e necessarie, con particolare attenzione all’organizzazione E distribuzione di tamponi rapidi, per la popolazione, anche in riferimento in luoghi sensibili come le scuole”.

© Riproduzione riservata
Commenti