Ultim'ora
Un commento

Rientro a scuola e banchi
a rotelle, Carletti: 'Ne parliamo
in Ufficio di Presidenza'

Lettera scritta da Paolo Carletti, presidente consiglio comunale Cremona

Egregio direttore,

mercoledì 9 dicembre ho presieduto un Consiglio Comunale in cui per quasi tre ore si è dibattuto il problema del rientro a scuola in presenza e di come attuarlo in sicurezza sotto differenti e sempre stimolanti punti di vista. Ho inoltre ricevuto la segnalazione molto equilibrata di un gruppo di mamme che lamentano difficoltà nell’utilizzo, da parte dei ragazzi di una scuola cittadina, dei nuovi banchi ordinati come sedute innovative (i cosiddetti banchi a rotelle).

Come Presidente del Consiglio Comunale intendo offrire una sede istituzionale di confronto per continuare l’analisi delle problematiche emerse nel dibattito del Consiglio contribuendo alla ricerca di possibili soluzioni.

In poco più di un anno l’Ufficio di Presidenza si è occupato di tutti i temi al centro del dibattito cittadino, da CremonaFiere a Cremona Solidale, dall’Ospedale al Teatro Ponchielli, ed ora, in questa sede, tratteremo il problema delle scuole mettendo al centro dell’analisi la situazione dei ragazzi che le frequentano.

Tutto il mondo della scuola ci sta particolarmente a cuore, ma in particolare vi è la volontà di concentrare la nostra attenzione sui bambini e sugli adolescenti che maggiormente hanno risentito dello sconvolgimento dovuto all’emergenza sanitaria.

Studenti che avevano diritto ad una scuola nuova, dinamica e al passo coi tempi e che invece si sono dovuti adattare ad una situazione che toglie loro gran parte degli stimoli, della curiosità e delle relazioni sociali che l’attività didattica in presenza offriva.

Garantire il diritto degli studenti di recarsi a scuola in sicurezza e di svolgere le varie attività sempre in sicurezza e garantire il diritto di docenti ed operatori di lavorare anch’essi in piena sicurezza: questi sono i soli obiettivi sempre perseguiti dall’Amministrazione Comunale.

L’impegno che l’Ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale si assume è pertanto quello di favorire il dialogo tra le diverse componenti della scuola affinché vengano affrontati tutti i problemi, a partire da quello dei banchi, a quello del trasporto scolastico, del miglioramento dei tracciamenti, nonché della prevenzione del contagio, attraverso il dialogo e l’ascolto reciproco, nella speranza di concorrere a trovare soluzioni a problemi che investono il cuore pulsante della nostra comunità.

© Riproduzione riservata
Commenti