Cronaca
Commenta1

Sfratto gattile, Apac: "Serve una
sede, qualcuno ci aiuti"

“Andarcene di qui? Volentieri, ma ci serve una sede”: senza mezzi termini, l’Apac di Cremona interviene sulla vicenda che ha visto l’associazione destinataria di un’ingiunzione di sfratto da parte della Stauffer, proprietara dello stabile di via Bissolati, dove vorrebbe avviare i lavori di restauro.

“Non ci aspettavamo questa lettera da parte dell’avvocato dell’associazione” commenta Caterina Severino, presidente dell’associazione che da oltre 25 anni gestisce la maxi colonia felina. “Sono stati fatti diversi sopralluoghi in passato, e abbiamo sempre dato la nostra disponibilità a spostarci, ma certo non un’operazione che si possa concludere in sette giorni, ma soprattutto ci serve una struttura adatta ad ospitare i gatti”.

In effetti lo spostamento dei felini, che sono oltre 170, richiederà almeno un paio di mesi, oltre all’avallo dell’Ats veterinaria. “Attualmente non abbiamo un posto in cui andare, e non sono neppure convinta che la soluzione proposta dal Comune sia l’ideale”.

Lo spazio verde individuato dall’amministrazione, circondato dalla via Brescia e dalla tangenziale, in effetti, non sembra essere l’ideale per ospitare dei gatti. E soprattutto non lo è alle condizioni attuali: “E’ solo un campo con delle piante intorno” continua Severino. “Deve essere circondato da reti per una totale messa in sicurezza, serve una barriera antirumore, perché il frastuono del traffico infastidirebbe molto i felini, senza contare che in caso di maltempo non esiste alcun riparo. Si pensava di approntare dei container, ma per ora non c’è assolutamente nulla”.

Cosa fare, allora? La volontaria fa appello direttamente a chi ha ingiunto lo sfratto all’Apac: “I proprietari della struttura hanno tutto il diritto di volerla sistemare e ristrutturare, ma chiediamo loro venirci incontro e di aiutarci a trovare una sistemazione per i felini. Un posto che sia tranquillo e sicuro, anche per i volontari. La nostra richista di aiuto va a tutti coloro che possiedono terreni, strutture o altro”.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti