Cronaca
Commenta

Sesto: dietro le sbarre
stalker condannato a due anni

I carabinieri di Castelverde hanno arrestato, su ordine di carcerazione della Procura della Repubblica di Cremona, un operaio 41enne, A.P., originario della provincia di Salerno e residente a Sesto, pregiudicato, condannato a due anni per lesioni, minacce aggravate ed atti persecutori nei confronti della fidanzata che aveva deciso di troncare  il rapporto.

Un brutto caso di stalking che vede protagonista il 41enne, già noto alle Forze dell’Ordine per essere stato arrestato in precedenza e più volte denunciato, anche per i medesimi reati.

Nell’estate del 2016 aveva intrapreso una relazione sentimentale con una giovane cremonese che fin dall’inizio aveva capito l’indole violenta e possessiva dell’uomo. Durante gli ultimi periodi della loro relazione inoltre l’arrestato, nel pieno di una lite, aveva ferito la fidanzata alla mano, colpendola con un coltello.

La loro frequentazione si era quindi interrotta e la giovane donna per i mesi successivi aveva ricevuto continue telefonate, era stata pedinata ed ossessivamente controllata dall’ex che non si dava pace per la fine della loro storia. Il culmine, che aveva spinto la ragazza a denunciare l’uomo, venne raggiunto nel novembre 2016 quando quest’ultimo, appostatosi sotto la sua abitazione, l’aveva vista salire nell’auto di un amico. Lo stalker, abbandonando ogni remora, aveva seguito l’auto tentando di speronarla. Quando questa era arrivata a casa di un’amica, l’uomo aveva costretto la ex a salire in macchina con lui e l’aveva condotta a casa sua; solamente le forti urla della giovane avevano fatto desistere l’uomo che l’aveva poi riaccompagna vicino all’abitazione della madre.
Il 41enne è stato associato alla Casa Circondariale di Cremona.

Giuliana Biagi

© Riproduzione riservata
Commenti