Cronaca
Commenta

Terzo Giovedì d'estate: pienone
alla serata della sostenibilità

FOTO SESSA

Pienone, ieri sera, in centro, per il terzo appuntamento con i “Giovedì d’estate”. Tema: la sostenibilità. Un argomento che ha invitato a riflettere su quanto, con piccoli gesti, si può fare per aiutare il pianeta e le prossime generazioni.

Essenziale, in proposito, la mobilità. Cinque concessionarie (i gruppi Bossoni, De Lorenzi ed Autotorino, insieme ad altre due realtà storiche come Carulli e Ghezzi) hanno presentato solo modelli che possono circolare senza emissioni, perché azionati da propulsione elettrica o, quantomeno, ibrida. Una bella vetrina, quella di ieri, per convincere anche chi è ancora scettico sulle nuove tecnologie dei vantaggi di questi veicoli.

Ugualmente sostenibile il “bus elettrico” di Arriva Italia, la società che gestisce il servizio di trasporto pubblico locale urbano ed extraurbano nella città di Cremona e nella zona sud-est della provincia. Linea Green, società del Gruppo LGH, ha scelto per la propria attività il tema dell’energia sostenibile, spaziando alla progettazione e realizzazione di impianti fotovoltaici, all’efficientamento energetico, fino al teleriscaldamento e alla produzione di energia termica ed elettrica da fonti rinnovabili e da fonti tradizionali.

C’era lo stand di Lega Ambiente, c’era plastic Free, gruppo di volontari impegnati in campagne di raccolta di rifiuti, e c’era il progetto di Cremona Urban Bees che punta alla realizzazione di un biomonitoraggio sullo stato di salute dell’ambiente nell’intorno dei luoghi dove sono stati posti gli apiari collettivi urbani.

Tra gli stand, la Accademia della follia, impegnata nei “Giovedì” per far conoscere la sua iniziativa sugli orti urbani e il Comune di Cremona, ogni settimana impegnato a presentare i propri progetti relativi al tema proposto dalla rassegna. Ai più piccoli era riservata Piazza Roma con un servizio di baby sitter, mentre la pedagogista Valeria Bonaldi ha proposto una divertente caccia al tesoro. Infine uno spazio per il gioco, con La buca del Coboldo, con una serie di giochi da tavolo contemporanei, con un escursus tra i giochi antichi.

Sempre nei giardini all’ombra della Galleria non sono mancate le Associazioni di volontariato con Occhi Azzurri, la BiGenitori, protagonista anche del progetto per la valorizzazione del commercio di vicinato, e Dal naso al Cuore (i clown dell’Ospedale). Tra le novità della serata, dedicate ai ragazzi, l’animazione di via Cavour, diventata un’area area skaters con gli atleti di Arzen impegnati nell’animazione Fus-treet thursday (progetto che vuole promuovere lo skatepark di piazza Azzurri d’Italia).

Più tradizionale la proposta di Corso Garibaldi con i negozi di quartiere, il mercatino, le esposizioni e le attività dell’ingegno. Ad arricchire il programma è stata una iniziativa culturale dedicata alla scoperta della città. Le guide di Target Turismo hanno svelato il fascino e la bellezza di palazzo Mina Bolzesi, esempio del neoclassico cremonese, gigantesco ed imperioso, nel suo insieme di lesene e colonne. Infine la musica, con i dj e gruppi live impegnati a creare la colonna sonora della serata.

fotogallery Sessa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti