Ambiente
Commenta

Servono nuove guardie ecologiche
volontarie: al via corso di formazione

Sino al 31 agosto prossimo sono aperte le iscrizioni per partecipare al nuovo corso di formazione per l’anno 2021 per diventare Guardie Ecologiche Volontarie (GEV), corso gratuito che si terrà in modalità online su piattaforma dedicata su indicazione di Regione Lombardia in collaborazione con il Comune di Inverno e Monteleone (Pavia).

L’apposito bando è pubblicato sul sito del Comune di Inverno e Monteleone (www.comune.invernoemonteleone.pv.it) dal quale si può anche scaricare il modulo di iscrizione da inviare, una volta compilato, a infogev.pv@gmail.com. Per eventuali chiarimenti è possibile contattare il Nucleo GEV Inverno e Monteleone – via Forni, 3 – tel. 346 1141716 – fax 0382 7332.

La prima lezione del corso, che ha una durata minima di 58 ore, si terrà il 6 settembre prossimo in modo che possa essere ultimato entro il mese di dicembre di quest’anno. Al termine, i partecipanti dovranno sostenere un esame teorico che si terrà nella sede di Regione Lombardia. Per diventare Guardia Ecologica Volontaria è infatti necessario svolgere un corso di formazione presso gli enti accreditati in Regione, al termine del quale si può chiedere di svolgere servizio in qualsiasi Ente organizzatore del Servizio di Vigilanza Ecologica in Lombardia.

A seguito del recente ampliamento del Parco Locale di Interesse Sovracomunale del Po e del Morbasco, Regione Lombardia ha riconosciuto come nuovo Ente Organizzatore e Gestore del servizio di Vigilanza Ecologica Volontaria il raggruppamento di Comuni del PLIS di cui fanno parte attualmente Cremona (Comune Referente), Gerre de’ Caprioli, Bonemerse, Castelverde, Sesto ed Uniti, Spinadesco, Stagno Lombardo, San Daniele Po e Pieve d’Olmi. In questo modo è stato introdotto uno strumento di tutela voluto dalla comunità locale e volto a conciliare le politiche di salvaguardia delle risorse paesaggistiche ed ambientali con lo sviluppo sostenibile del territorio. Gli ambiti di competenza delle GEV sono stati così estesi all’intera superficie dei Comuni che ricadono all’interno del Parco, superficie che è passata da 70,49 km², corrispondenti al solo Comune di Cremona (nel 2019), agli attuali 241,38 km² .

Attualmente sono 18 le GEV impegnate all’interno del PLIS del Po e del Morbasco, di cui 17 operative ed una onoraria, un numero sicuramente importante visto che si tratta di persone che svolgono questo servizio da volontari. Con l’aumento della superficie complessiva del Parco Locale di Interesse Sovracomunale si è manifestata la necessità di incrementare il loro numero non solo per operare un controllo locale ancora più capillare, ma anche per realizzare le numerose iniziative che, da diversi anni, rendono questi volontari protagonisti: basti pensare, ad esempio, al BioBlitz, al CamminaForeste, nonché ad eventi di educazione ambientale volti a sensibilizzare le persone alla conoscenza degli aspetti ecologico-ambientali delle aree verdi di prossimità. Da qui l’invito a tutte le persone maggiorenni e in possesso dei requisiti previsti dal bando e che intendono mettere il loro tempo libero a disposizione della comunità a partecipare al corso regionale per l’anno 2021.

© Riproduzione riservata
Commenti