Cronaca
Commenta

Treni, la settimana inizia male sulla
Cremona - Treviglio: cancellato il 6,04

Brutto inizio di settimana sui treni della linea per Treviglio. Cancellato il treno delle 6,04 (10604) mentre quello successivo delle  6,35 ha avuto più di 30 minuti di ritardo per guasto al sistema di controllo di una porta. Le lamentele più che comprensibili dei pendolari cremonesi e cremaschi vengono raccolte dai consiglieri regionali Piloni e Degli Anegli, Pd e M5S.  “Serve molto di più di una ‘strigliata’ dell’assessore Terzi a Trenord”, afferma il primo.  “Non basta certamente una semplice convocazione, che dovrebbe essere la normalità dopo settimane di disservizi quotidiani. Soprattutto dopo che la Giunta regionale ha prorogato il contratto a Trenord per 10 anni come se nulla fosse. Invece, serviva una gara europea e non è stata fatta. I problemi ci sono da troppo tempo e peggiorano”.
Per il consigliere Pd “se si vogliono davvero risolvere le cose, Regione anticipi l’invio dei nuovi treni quanto prima e non tra un anno. E se l’assessore Terzi vuole affrontare davvero la situazione, come io credo e spero, convochi all’incontro con Trenord e Rfi anche la Provincia di Cremona e i sindaci dei nostri territori, così da riprendere un confronto e renderlo continuo nel tempo”.

“Sono curioso di vedere i bonus che percepiranno a fine anno i dirigenti responsabili del servizio”, afferma Degli Angeli. “In questi ultimi 3 anni e mezzo dov’era l’assessore? Cosa ha fatto nei confronti della dirigenza delle Società che gestiscono il servizio ferroviario lombardo? Quali obiettivi e quale indirizzo politico è stato dato? Quanti treni nuovi arriveranno sulla nostra linea? Quando? A queste domande pratiche dovrebbe rispondere la Terzi, anziché prodigarsi in inutile propaganda”.
Aggiunge Degli Angeli: “I pendolari sono esasperati, e spero non venga confermata la linea politica del centro Destra lombardo a guida leghista emersa da alcuni audio pubblicati dalla stampa nazionale mesi fa, ovvero quella di mettere i nuovi treni solo dove possono essere visti da più persone possibili e non per le linee “sfigate” (come loro ritengono le nostre linee), perché meno importanti elettoralmente”.

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti