Cronaca
Commenta

Virgilio: "Non più accettabili
saluti fascisti al cimitero"

“A Cremona non è più accettabile assistere ogni anno ai saluti fascisti nel nostro cimitero, in barba ai divieti, alle denunce, alla presenza delle forze dell’ordine, alla nostra Costituzione”: dura la presa di posizione del vice sindaco Andrea Virgilio all’indomani dell’attacco alla sede della Cgil di Roma. Una presa di posizione che potrebbe influire anche sui prossimi accadimenti cittadini, visto che ad ogni fine aprile si svolge la commemorazione per il Duce.

“Sarebbe un errore sminuire quello che è successo ieri con la solita manfrina dei quattro estremisti, serve una chiara mobilitazione di solidarietà verso le vittime di questo attacco a partire dal sindacato” ha scritto il vice sindaco sulla sua pagina Facebook. “Ma occorre prendere provvedimenti definitivi per chiudere e sciogliere organizzazioni neofasciste e proibire manifestazioni nostalgiche spesso tollerate”.

© Riproduzione riservata
Commenti