Cronaca
Commenta

Finge di essere stata derubata
dell'incasso: denunciata commessa

E’ stata denunciata per simulazione di reato dai carabinieri di Soncino, la commessa di un esercizio pubblico interno a un centro commerciale, che avrebbe finto di essere stata derubata di 3000 euro e di altri oggetti, tra cui portafoglio e cellulare, contenuti nello zainetto lasciato ai piedi del sedile della sua auto.

La donna, 30 anni, italiana, aveva denunciato il furto ai primi di ottobre, raccontando che quel giorno aveva dovuto assentarsi dal luogo di lavoro per recarsi a casa, per una ventina di minuti. In quel lasso di tempo qualcuno avrebbe approfittato del cattivo funzionamento della chiave con cui era stata chiusa la portiera dell’auto, per portare via lo zainetto.

Dalle immagini delle telecamere di sorveglianza comunali, i Carabinieri hanno però appurato che non c’era stato alcuno spostamento dell’auto nell’orario e nel luogo indicati. Inoltre, le testimonianze acquisite nel corso dell’indagine, hanno smentito quanto riferito dalla trentenne, ossia che la busta con i 3000 euro era il frutto dell’incasso  di alcuni giorni. La donna infatti, non si era mai occupata dei versamenti degli incassi, secondo quanto appurato dai militari.

A questo punto, è scattata la denuncia per simulazione di reato presso la Procura della Repubblica di Cremona.

© Riproduzione riservata
Commenti