Cronaca
Commenta

Pendolari ammassati e motrice
diesel: disagi sulla Cremona-Treviglio

Ancora un’odissea per i pendolari della Cremona-Treviglio, e in particolare sui convogli 10630 delle 14,41 da Cremona e il ritorno da Treviglio delle 16,07 (10633), che hanno dovuto viaggiare in condizioni quasi da terzo mondo. Persone stipate sui vagoni in 68 posti dove normalmente ve ne sono 190, hanno viaggiato in piedi ammassate in ogni angolo, persino sui gradini di ingresso e uscita, alla faccia delle normative anti-Covid.
Non è tutto: i treni si sono mossi con un’automotrice diesel anziché col materiale rotabile elettrico, che era fuori uso. Una situazione da incubo che si somma ai tanti disagi che già quotidianamente devono subire non solo i pendolari ma anche il personale viaggiante.

La.Bos.

 

© Riproduzione riservata
Commenti