Cronaca
Commenta

In arrivo due foresterie nello
stabile accanto alla Curia

Aprirà a breve la nuova attività ricettiva nello stabile attiguo al palazzo della Curia Vescovile di piazza S. Antonio Maria Zaccaria. Il Comune ha ricevuto la richiesta di autorizzazione per l’apertura di due distinte attività extra alberghiere, entrambe al civico 8. Quasi identico il nome, “La Vista” e “La Vista 1”, anche se facenti capo a due diverse società, Centro srl la prima, Inizia srl la seconda. Occuperanno i tre piani sopra i locali Lex e La Bottega, ma la gestione non avrà nulla a che fare con queste due attività. A gestire l’immobile è infatti un’agenzia, mentre la proprietà, un tempo Milano Assicurazioni e poi Unipol Sai è ora di un fondo straniero.

Gli interni sono stati ristrutturati già da tempo, l’accesso ai piani superiori avviene dal portone tra i due pubblici esercizi.

Da quello che si apprende, le due attività saranno gestite in forma imprenditoriale, secondo quando prevede la legge regionale che fissa caratteristiche ben precise per distinguere le foresterie dai bed and breakfast o dalle locande, tutte tipologie di accoglienza diverse dal tradizionale hotel. Le foresterie pertanto necessitano d’iscrizione nel registro delle imprese e di apertura di partita IVA.

L’ultimo ingresso nell’edificio risale allo scorso settembre, quando ha aperto la Bottega, un bar ristorante che propone piatti caratteristici della cucina cremonese e che ha adattato gli interni con arredi provenienti da una bottega liutaria. Tutta questa zona di Cremona, d’altra parte è ormai fortemente votata alla ricettività, anche se da dopo il lock down ha chiuso la locanda di via Janello Torriani, dotata di una decina di stanze ai piani superiori, ed è attualmente ancora in cerca di un gestore. gbiagi

© Riproduzione riservata
Commenti