Politica
Commenta

Crisi di Governo: in Lombardia
pareri discordi di Fontana e Moratti

Divisi sulle ragioni che hanno portato alla crisi di Governo, i vertici di Regione Lombardia: “Credo che non ci fossero più le condizioni per proseguire”, ha commentato il governatore Attilio Fontana, della Lega. “Forza Italia e Lega hanno cercato di trovare una soluzione, hanno dato un’opportunità di continuare escludendo dal Governo i 5Stelle, che erano quelli che avevano creato la situazione. Non è stata colta questa opportunità e quindi non c’era altro da fare. La crisi è stata determinata esclusivamente dai comportamenti del Pd, che prima ha cercato di destabilizzare presentando delle proposte di legge assolutamente divisive che non facevamo parte di una condivisione, e poi dei Cinque Stelle che concretamente hanno fatto venir meno il loro sostegno al governo”.

Al contrario, per la vice presidente Letizia Moratti, di Forza Italia, “si sarebbe dovuto proseguire con il governo Draghi”. “Questa crisi”, ha detto la Moratti, “credo sia molto dannosa per gli italiani. Viviamo in un momento di grande difficoltà: abbiamo una pandemia ancora non risolta, una guerra nel nostro continente, una crisi energetica che porta un aumento di bollette critico per famiglie e imprese, un’inflazione galoppante, quindi io mi sarei augurata di poter continuare ad avere un Governo autorevole e forte, che potesse affrontare i problemi che i cittadini e le imprese hanno e quelli che ci troveremo ad affrontare in un momento difficile. Purtroppo così non è stato e quindi credo che l’unica soluzione ora sia quella delle urne”.

© Riproduzione riservata
Commenti