Cronaca
Commenta

Asfalto ammalorato, Galimberti:
"Servono 20 milioni, ma non li abbiamo"

Foto di repertorio

La situazione degli asfalti in città in alcune zone è critica. A lanciare l’allarme è nientemeno che il sindaco, Gianluca Galimberti, prendendo atto di un problema che da tempo viene evidenziato dai cittadini, ma che ora è peggiorato a causa delle avverse condizioni atmosferiche degli ultimi giorni.

Proprio per questo, scrive il primo cittadino sulla propria pagina Facebook, sono in corso dei sopralluoghi da parte dei tecnici e sono stati temporaneamente chiusi tratti delle corsie di marcia in tangenziale per consentirne la riparazione in condizioni di sicurezza. “Saranno comunque interventi ‘tampone’ considerando che la stagione non consente lavori definitivi” evidenzia Galimberti. 

Le difficoltà sono tutte sul piano economico: “Per mettere in sicurezza le strade in città occorrerebbero 20 milioni di euro” spiega Galimberti. “Non li abbiamo e non li avremo (a maggior ragione quest’anno per la chiusura difficilissima del bilancio). In questi anni abbiamo cercato di impiegare al meglio le risorse effettivamente utilizzabili per le strade: nel 2022 abbiamo investito 550.000 per rifare gli asfalti (che a causa dell’aumento dei prezzi delle materie prime costano di più) di via Castelleone, via Massarotti, via Palestro, via San Rocco, via Giuseppina, via Acquaviva e Tangenziale (tutti o a tratti)”. 

Per il 2023, continua il sindaco, “l’obiettivo era quello di aumentare lo stanziamento per gli asfalti. Cercheremo di fare il possibile, ma non siamo sicuri di farcela come vorremmo, dato che per chiudere i conti (a causa di spese energetiche aumentate e di insufficienti ristori dal Governo) stiamo tagliando in tutti i settori. Abbiamo anche inserito le asfaltature di alcune vie nei grandi progetti, trovando i finanziamenti attraverso bandi e le strade verranno rifatte al termine o all’interno dell’esecuzione del resto dei lavori programmati (per esempio a San Felice, in via dell’Annona, al quartiere Po)”. 

Insomma, l’impegno c’è, di fare tutto il possibile. “A breve saremo in grado di condividere con i cittadini, come tutti gli anni, budget e priorità. Per dire ciò che faremo e in che tempi. Non esauriremo il bisogno, ma comunque saneremo alcune situazioni importanti” conclude Galimberti.

© Riproduzione riservata
Commenti