Commenta

Sgominata la banda degli escavatori, colpi anche in provincia di Cremona

escavat

Finita la pacchia per la banda degli escavatori. La polizia stradale di Piacenza, con l’operazione ‘Pigsty’ coordinata dalla Procura di Voghera, ha denunciato quattro persone per ricettazione e riciclaggio e ha recuperato mezzi rubati in provincia di Cremona e nelle zone di Lecco, Monza, Bergamo e Como. Macchine da cantiere, veicoli agricoli e autocarri venivano abilmente “ripuliti” della targa, del colore originale e del numero di telaio. E venivano rivenduti sul mercato con prezzi anche inferiori a due terzi rispetto al reale valore. Tutto è partito dai numerosi furti segnalati e dal monitoraggio del mercato di rivendita dei mezzi, in un’azione che si è snodata tra Pavia, Lodi e Piacenza. Proprio a Pavia gli investigatori hanno ritrovato diversi veicoli dal valore di circa 100mila euro, restituiti ai proprietari.

L’azione illecita poggiava sull’utilizzo di camion con carrelli per lo spostamento della refurtiva. Il giro d’affari ha insospettito la polizia stradale una volta individuati i movimenti di un allevatore di Lodi 54enne (M.A.P.); lui e altri tre pavesi (un 62enne, un 49enne e un 43enne) sono stati raggiunti dalla denuncia per riciclaggio e ricettazione al termine dell’operazione, a cui faranno seguito ulteriori accertamenti con gli elementi ora in possesso delle autorità.

 

© Riproduzione riservata
Commenti