Un commento

Commissione Ambiente senza presidente, per il dopo Padovani si va per esclusione

evidenza-commissione

Il centrodestra prende tempo e si perde nel bicchiere d’acqua del dopo Padovani. Accade così che a convocare la commissione comunale Ambiente è l’opposizione attraverso la vicepresidente Alessia Manfredini. Sergio Padovani, come ampiamente preannunciato, ha rimesso ufficialmente l’incarico di presidente nei giorni scorsi. Inizialmente, al suo posto la componente ex forzista del gruppo del Pdl ha proposto Giorgio Everet, sul cui nome ha però espresso perplessità non solo l’ala ex aennina, ma anche l’assessore alla partita, Francesco Bordi. Si è quindi pensato a Domenico Maschi, ex capogruppo del Pdl in Comune, che ha subito rifiutato. L’offerta è stata allora ‘girata’ ad Andrea Vacchelli, consigliere per Popolari Italia Domani nelle fila del misto. Anche in questo caso, però, non se ne è fatto niente perché Vacchelli non ha dato la sua disponibilità. Ora, con la formale uscita di scena di Padovani, la commissione si trova orfana di presidente e di fatto bloccata. Il passaggio fondamentale per uscire dallo stallo potrebbe arrivare alla volta di martedì o mercoledì, quando si riunirà il gruppo del Pdl per valutare, a questo punto per esclusione, su quale nome convergere. Escludendo Everet, Maschi, Vacchelli e i consiglieri del Pdl già presidenti di altre commissioni (tra questi, Fasani e Panvini), il cerchio si restringe ai consiglieri del misto Emiliano Ferrari e Michele Ceresa e al consigliere Pdl Luca Grignani, per i quali sarebbe però necessaria una sostituzione, dal momento che non fanno parte della commissione in questione.

In attesa della nomina del presidente, i temi sul tavolo della commissione cominciano a farsi pressanti: dal progetto per la messa in sicurezza delle aree interne alla Tamoil, alla Strada Sud, passando per il Pgt, tema con evidenti riflessi anche in campo ambientale oltre che urbanistico.

Stanca di aspettare la maggioranza e a fronte dell’incalzare di temi così rilevanti, l’opposizione è passata ai fatti e con Alessia Manfredini ha convocato la commissione per venerdì 21 ottobre alle 17 in Comune. All’ordine del giorno, l’elezione del presidente e l’aggiornamento sul progetto ‘Miso’ (Messa in Sicurezza Operativa) delle aree interne alla Raffineria Tamoil e sul progetto degli interventi di ripristino ambientale delle aree esterne.

Sul versante delle commissioni i problemi della maggioranza non si fermano qui: diversi consiglieri, tanto del centrodestra quanto del centrosinistra, lamentano infatti l’inerzia della commissione Urbanistica presieduta da Federico Fasani. Anche in questo caso i temi sono caldi: Pgt e Strada Sud, ma da tempo, fanno notare alcuni consiglieri, la commissione non viene convocata. “L’ultima seduta è stata a luglio – tranquillizza Fasani – e per quanto riguarda il Pgt si è chiuso a fine settembre il periodo che abbiamo dedicato alla raccolta dei contributi da tutti i soggetti interessati. Prima di fine settembre era dunque inutile riunire la commissione”.  “A breve – assicura Fasani – la commissione Urbanistica verrà convocata”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • elia

    fate pena siete una massa di incompetente e inconcludenti,povera Cremona che continua a fare figure di m…..
    elia