Commenta

Lombardia Agricoltura, per Cremona premi a Olivieri e Zanola

zanola-olivieri

– Nella foto la premiazione di Zanola e Olivieri

“Siamo orgogliosi di voi e come Regione vi siamo vicini nonostante sia un momento carico di problemi. Iniziative come questa permettono alla gente di ricordare il valore, ma anche i numeri e l’importanza dell’agricoltura e degli imprenditori agricoli lombardi, i veri protagonisti dell’agricoltura più importante in Italia ed una delle più importanti a livello europeo”. E’ quanto detto dal Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, che ha portato il suo saluto alla seconda edizione del Premio Lombardia Agricoltura: un riconoscimento che evidenzia due produttori per ogni provincia lombarda. Come agricoltore storico per la provincia di Cremona è stato premiato Giuseppe Olivieri, Azienda agricola Giuseppe Olivieri, Levata di Grontardo. “Mi sono commosso quando ho saputo di aver vinto – ha commentato la notizia Giuseppe Olivieri – Sono in stalla da quando avevo dieci anni, è la mia vita”. 80 ettari di proprietà e 80 in affitto, 20 mila polli e 250 vacche, quattro dipendenti (due indiani e due operai del posto) e una tecnica innovativa, quella della semina a sodo. Sono questi i numeri dell’azienda “Corte di Monastero” di Levata (Grontardo). Che non si ferma qui. Olivieri, infatti, sta progettando un investimento da un milione di euro per la costruzione di altre due stalle. “E pensare che ho iniziato con 70 pertiche di terra e 15 vacche”, ha ricordato. Ora Giuseppe è consigliere della Coldiretti  e vicepresidente dell’Apa.

Il secondo premiato dalla Regione, nella categoria giovani, è Matteo Azzali Zanola, 35 anni, iscritto alla Libera Agricoltori. La sua azienda è a Casalmaggiore, in località Motta San Fermo. Meloni, angurie, mais, bietole. Oltre alla famosa anguria quadrata. “Vendo alla grande distribuzione e ai commercianti – ha spiegato – Alle quattro del mattino parto con il camion per le consegne. Continuo a lavorare fino alla sera. E’ dura, ma quando ho deciso di proseguire l’attività di mio padre sapevo cosa mi aspettava”.

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti