Commenta

Supercontrolli sulle strade della provincia Coinvolti gli studenti di Itis e Anguissola Verifiche su 682 veicoli e 30 pubblici esercizi

Foto di gruppo al comando

Controlli sulle strade di tutta la provincia nella notte tra sabato 12 e domenica 13 novembre. Ad assistere, a Cremona, anche studenti di alcune scuole superiori cittadine (Itis e Anguissola), in una sorta di prova pratica che integra i corsi di educazione stradale. L’operazione Smart (Servizi di monitoraggio delle aree a rischio del territorio) ha visto in campo, in città, complessivamente 25 ‘divise’ e 13 equipaggi della polizia locale. In 76, tra uomini e donne delle diverse polizie locali, su tutta la provincia. Impegnata anche la polizia provinciale con tre equipaggi e presente, nelle prime ore, la Regione (che promuove i controlli Smart) con il direttore vicario della direzione generale di Protezione civile, Polizia locale e Sicurezza, Fabrizio Cristalli.

Da mezzanotte il via all’attività. Da Crema a Cremona, passando per molti altri Comuni, come Castelleone, Soresina, Casalbuttano e Soncino. Coinvolti in totale dodici paesi o unioni di comuni. L’accoglienza al direttore vicario Fabrizio Cristalli, poi attorno alla mezzanotte appuntamento al comando cremonese di piazza della Libertà per gli studenti delle superiori, con il comandante della polizia locale di Cremona Fabio Germanà Ballarino, affiancato dal vicecomandante Pierluigi Sforza.

I ragazzi hanno seguito da vicino, ponendo domande, l’operato dei vigili. Ad esempio dalla postazione di via Brescia con telelaser, legata principalmente al controllo della velocità (ma l’attenzione è sempre alta sul fronte alcol), a quella organizzata in via del Sale, per controlli finalizzati al contrasto alla guida in stato di ebbrezza. In mezzo anche un piccolo incidente (con qualche disagio per il traffico) a poche decine di metri del ponte di Po, attorno a mezzanotte e mezza. Un tamponamento ad opera di un autista con tasso alcolico di 3.27. Alcuni studenti, terminata la fase concitata dei primi momenti (tra l’intervento dei vigili del fuoco per la messa in sicurezza dell’area e degli operatori del 118 per l’assistenza ai lievi feriti) hanno potuto assistere ai rilievi.

Intensa l’operazione dei vigili, attivi poi anche in tangenziale, all’altezza della Tamoil, per il monitoraggio della velocità, in largo Moreni, contro l’alcol alla guida, e, utilizzando anche personale in borghese, in giro per la città, monitorando i locali (l’attenzione, in questi casi, è rivolta al divieto di somministrazione di alcolici ai giovani sotto i 16 anni, al livello della musica e al divieto di somministrazione di alcolici oltre le 3). Controlli andati a vanti fino alle 5.

Ecco il bilancio dei controlli che hanno riguardato guida in stato di ebrezza, velocità e pubblici esercizi. 682 veicoli controllati e 30 verifiche effettuate su pubblici esercizi. 86 violazioni riscontrate: tra gli altri, 17 documenti di circolazione ritirati, 13 sanzioni di velocità, 4 sanzioni per sorpasso, 11 sanzioni per revisione scaduta, 8 sanzioni per patente scaduta, 6 sanzioni per guida in stato di ebrezza, 2 sanzioni per assicurazione scaduta, 1 sanzione per prostituzione. Controlli sono stati fatti anche su persone. In Piazza del Duomo, intorno alle due di notte, la polizia locale ha condotto verifiche su alcuni ragazzi per schiamazzi.

«Ringraziamo la Questura – ha dichiarato il comandante Germanà – per aver garantito un supporto eventuale a questa grande ed importante operazione».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti