8 Commenti

Ecco il capodanno in piazza: tra marubini ai tre brodi, giovani band e Smash Generation

festa-capodanno

Una festa sobria con menù tradizionale. Questa la proposta del Comune di Cremona per il capodanno 2012 in piazza Stradivari. «Un evento per aggregare giovani e meno giovani, realizzato nostante il momento di crisi per invitare la gente a stare insieme, a socializzare e a trascorre comunque una serata di gioia», ha presentato l’iniziativa l’assessore Claudio Demicheli, affiancato dalla collega Jane Alquati e dal dirigente Maurilio Segalini durante la conferenza di presentazione.
Dunque, il programma. Alle 20 il ricevimento degli ospiti (con servizio guardaroba) nella tensostruttura, alle 20.30 aperitivo di benvenuto e a seguire il gran cenone di fine anno. Alle 22 inizierà l’intrattenimento musicale con la cover Lazy Jack. In questo caso l’apertura sarà affidata a giovani band musicali attive sul territorio che, come ha precisato l’assessore Alquati, sono state selezionate dal Centro Musica “Il Cascinetto” e che avranno così modo di esibirsi per la prima volta in piazza Stradivari. Sempre per quanto riguarda la musica, spazio poi ai mitici anni 70 e 80 con la Smash Generation che vedrà in azione gruppi come Eva 2000, Opera Madre, Edipo Re, ed altri ancora. Alle 24 il brindisi per salutare il nuovo anno, mentre la musica proseguirà sino alle 2 del mattino.
Il menù prevede, dopo l’aperitivo di benvenuto, gala di antipasti all’italina, seppioline alla veneziana e involtini sfiziosi di zucchine e melanzane. Per i primi, marubini cremonese ai tre brodi e fagottini al salmone. Come secondi, carni bollite della Terra Gerunda accompagnate da mostarda e salsa verde, medaglioni di arista in salsa di gorgonzola e noci, filetti di branzino su letto di verdure al cartoccio, purea tricolore e petali di grano con uva. Ci sarà quindi il cotechino con lenticchie ed infine il brindisi di mezzanote sarà accompagnato da torta Delizia Stradivari 2012. Per i vini (una bottiglia ogni tre persone) i rossi Lagrein e Teroldego, i bianchi Pinot grigio, Muller Thurgau, Gran Cuvée e Moscato. A richiesta Chianti “Gallo Nero Riserva” e champagne. Il prezzo per gli adulti, comprensivo di acqua, caffè e limocino, è di 35,00 euro, 20,00 euro per i bambini. La cena verrà servita ai tavoli all’interno della tensostruttura riscaldata e pavimentata che può ospitare sino a 180 persone (è necessaria la prenotazione al 329-2014115). Per chi intende consumare con servizio self service sarà messa a disposizione una seconda tensostruttura (con ingresso libero senza prenotazione ed in grado di ospitare fino a 400 persone) dove sarà possibile gustare, a prezzo popolare, marubini ai tre brodi, panino con porchetta, panino con salamella, cotechino con lenticchie e patatine fritte.

L’iniziativa, realizzata da privati, si svolge con il patrocinio e la collaborazione, dal punto di vista tecnico, del Comune di Cremona. «Dopo che lo scorso anno, quando molti cremonesi si erano lamentati perché non era stato organizzato nulla in piazza per l’ultimo dell’anno, l’Amministrazione comunale ha pensato di dare vita ad un evento che potesse incontrare il gusto di generazioni diverse, abbinando il cenone all’intrattenimento musicale ed affidanone l’organizzazione a privati che hanno manifestato il loro interesse all’iniziativa a seguito di un apposito bando pubblico».

Nei giorni scorsi si sono succeduti incontri con i rappresentanti di categoria degli ambulanti per raggiungere un’intesa sullo spostamento di alcuni banchi in quanto, già a partire dal pomeriggio di venerdì 30 dicembre, saranno allestite due tensostrutture in piazza Stradivari, lato corso Vittorio Emanuele II. «Alla buona riuscita dell’evento – ha sottolineato De Micheli – hanno collaborato l’assessorato alla Cultura, Commercio e Turismo e l’Assessorato alle Politiche Educative e Giovanili. Si tratterà di una festa sobria, con un menù basato prevalentemente sulle tradizioni culinarie cremonesi e con prezzi alla portata di tutte le tasche. Nel contempo siamo stati molto attenti alla sicurezza e alla vigilanza perché tutto si svolga con tranquillità e in ordine».

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Gio

    Chiusura con il botto per la splendida coppia De Micheli-Alquati!
    Saranno felici i commercianti cremonesi, quest’anno anche cenone in Piazza! Cose mai viste!
    Ma noi paghiamo 3800 euro al mese (lordo) per uno che organizza solo feste sempre con la solita gestione? Non basta un semplice dipendente comunale a 1000euro al mese?

    • elia

      lasciali godore tra poco torneranno nell’anominato ,ma Segalini non era quello che apriva la porta al passaggio all’assessore, ? con dei dirigenti cosi il natale è più bello .

  • claudio rambelli

    semplicemente patetici……

  • franco

    Si potranno sapere i nomi dei “privati” che sponsorizzano e quelli che organizzano la festa?

  • elia

    Oramai demicheli agisce a ruota libera perchè sa che il Sindaco lo apprezza molto per le sue iniziative, la Delbona assiste impotente, continua a essere snobbatta dall’assessore, è già successo quattro volte, le feste casareccie fanno incazzare i commercianti, gli ambulanti ma come al solito tra qualche giorno tutto andrà in vacca e si dimenticherà, ma nonostante i continui flop dell’assessore, l’opposizione stenta a protestare ,perchè è risaputo che a Natale tutti diventano più buoni e tollerranti, vedi festa del maiale ecc.
    e mentre la popolarità di Perri è sempre più decrescente a breve l’assessore sicuramente organizzera un’altra festa .con gli stessi sponsor e organizzatori ,secondo voi perchè ?
    ci vuole cosu tanto a capirlo? E poi dicono che non è vero che i Cremonesi dormono sonni profondi come la bella addormentata.

  • SINTESI

    Gli Ascom di Cremona cominciano a tirare le somme: questo Natale poche vendite nei negozi, ristoranti invece senza un buco libero.
    Lo sostengo da tempo, la gente in centro ci viene eccome, poi, quando si tratta di spendere, fa come tutti, a partire dai commercianti al momento delle scorte: acquista dove conviene.

    Cremona 25 12 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • dan.ger

    ma dove stà il problema? e meno male che hanno organizzato qualcosa!!! se ne faccia una ragione Confcommercio & C., non dovremo tutte le sante volte chiedere udienza a Pugnoli per amministrare la città!!!!

    • franco

      l’udienza la chiederemo a De Micheli, bene cosi?