Commenta

Colpo da Sorelle Ramonda e fuga in auto, bloccato dai carabinieri

Stalking al caporeparto

E’ scappato con la refurtiva dal negozio Sorelle Ramonda di Gadesco, dopo essersi liberato con la forza dal blocco di una guardia giurata. Ma grazie anche alla segnalazione di un cittadino, che ha allertato i carabinieri descrivendo l’auto sul quale l’uomo si è fiondato per darsi alla fuga, un romeno di 27 anni, residente a Cremona, è stato arrestato dai militari dell’Arma. Denunciate due complici.

Il 27enne, accompagnato da due connazionali di 30 e  26 anni, ha dato il via al colpo attorno alle 19 di ieri. Cercando di uscire con un bottino fatto di capi di abbigliamento, ha fatto scattare l’allarme con le protezioni antitaccheggio. Un addetto alla sicurezza lo ha bloccato, ma il romeno si è divincolato con un pugno e una testata. La direzione del negozio ha subito avvisato il 112. Nel frattempo l’uomo è salito in tutta fretta a bordo di un’auto e con le complici è uscito dal parcheggio. Un passante ha visto la scena, e sospettando qualcosa di strano ha, come detto, allertato l’Arma: “Se cercate qualcuno che sta scappando, si trova su una Mercedes”.

Il veicolo è stato poi notato da un equipaggio dei carabinieri di Vescovato, che lo ha inseguito e lo ha fermato all’altezza del cavalcavia dell’autostrada alle porte di Cremona, con l’ausilio di una macchina del Radiomobile. Il 27enne è stato condotto in caserma, a Vescovato, e la refurtiva (per un valore di circa 200 euro) è stata recuperata. Per il romeno (A.A.) è scattato l’arresto: rapina impropria (ha mantenuto il possesso del bottino di fronte alla guardia giurata). Si trova ora in camera di sicurezza a Cremona in attesa della direttissima. Le ragazze complici sono state denunciate per concorso e favoreggiamento.

E’ il terzo arresto per rapina (consumata, tentata o impropria) dall’inizio dell’anno. Il prima a finire in manette, ad opera dei carabinieri di Casalbuttano, è stato il marocchino di Annicco Mustafà Attash, dopo un colpo in casa di un’anziana nella notte tra il 2 e il 3 gennaio a Paderno Ponchielli. Un nigeriano è invece stato arrestato una settimana fa dai militari di Vescovato per tentata rapina (nel mirino era finita una prostituta sulla via Mantova).

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti