Commenta

Lo stand del turismo cremonese alla Bit di Milano Promosse le eccellenze locali

bit

Formigoni allo stand

Riccioli di violino, fondali animati da fermo-immagini di eventi musicali, il logo del Museo del Violino, con la data preannunciata della prossima apertura (settembre 2012), castelli e monumenti del cremonese spiccano nello stand di Cremona alla BIT 2012 a Milano, ammirati da operatori europei, oltre che internazionali, anche nel secondo giorno. Un’affluenza in crescendo anche al Buy Italy dove, presente un operatore locale, vi è stata una rilevante attenzione al sistema turistico dal cremasco al casalasco, in particolare da parte degli operatori europei, con prevalenza dei tedeschi, interessati sia al turismo fluviale sia a quello musicale, oltre naturalmente a russi e cinesi che guardano sempre più a Cremona.
Un’occasione unica, grazie al contributo ed alle sinergie di Provincia, Camera di Commercio, Comune di Cremona, Ascom Cremona, Asvicom, Cna, Confartigianato e della Fondazione A. Stradivari – La Triennale, CremonaFiere spa, PubliAEventi, InCremona, del Circuito delle Città murate, dell’Associazione  Strada del Gusto Cremonese, della Banca Popolare di Cremona – Banco Popolare, del Consorzio Liutai Antonio Stradivari Cremona.
Tour operator internazionali, giornalisti italiani e stranieri hanno ammirato le composizioni artistiche e musicali nello stand, interessati soprattutto agli aspetti degli eventi e dei servizi. Dalle “Corde dell’Anima” agli eventi del Comune, dall’artigianato alla gastronomia e tradizione dolciaria cremonese, una task force di operatori locali rappresenta il territorio provinciale:
“Siamo presenti con tutte le peculiarità del nostro territorio dal Cremasco al Casalasco, promuovendo le eccellenze locali nonché le opportunità attrattive dal punto di vista culturale, turistico, musicale e gastronomico – ha precisato il Vice Presidente della Provincia di Cremona, Federico Lena –  Le città murate e castellate, i siti ambientali e fluviali delle nostre golene con i percorsi ciclo-pedonali, l’artigianato gastronomico e dolciario, sono solo alcune realtà presenti allo stand, in un contesto di domanda ed offerta turistica internazionale ad alto livello.
“La presenza alla Bit, con i nostri dipendenti, congiuntamente a quelli di Provincia e Camera di Commercio, oltre ad operatori locali e delle Associazioni di categoria,  sia allo stand di Cremona che della Regione Lombardia e nel circuito città d’arte, va a fortificare le novità del 2012 per il capoluogo ed il territorio – ha precisato l’assessore comunale al turismo Nicoletta De Bona – In tale scenario sarà fondamentale il riconoscimento Unesco per “il saper fare liutario” congiuntamente all’inaugurazione del Museo del Violino, ulteriore motivo propulsore culturale e turistico ed il riconoscimento a Cremona città europea dello sport per il 2013. Per questo stiamo procedendo con incontri istituzionali in Regione Lombardia anche per un sollecito volto a stimolare interventi “dedicati “ su Cremona in attesa di questi importanti eventi”.
“Uno stand elegante e rappresentativo del nostro territorio – ha commentato l’assessore al Comune di Crema Paolo Mariani – Una presenza importante in una vetrina internazionale che promuove le nostre eccellenze”.
Cremona ed il suo territorio è sempre più un brand, “a place to play”, che identifica  un grande patrimonio costituito da un sistema integrato di tutte le filiere culturali, artistica, musicali, naturalistiche ed agroalimentari. Partecipata, inoltre la presentazione di SGP eventi per la degustazione del torrone presso lo stand della Regione Lombardia; il presidente Roberto Formigoni ha fatto visita allo stand di Cremona, elogiando l’operato del maestro liutaio e le eccellenze del territorio. Cremona presente anche presso lo stand della Regione Lombardia in due tematismi: Città d’Arte e Turismo attivo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti