Un commento

Tentata rapina, 'tradito' da un amico: 38enne condannato a otto mesi

trib

Poliziotti in borghese lo avevano fermato nella mattinata del 4 ottobre 2010 nei pressi della filiale Unicredit di piazza Roma. L’uomo, un 38enne cremonese, aveva precedentemente detto a un amico di voler commettere una rapina, rivelando ora e luogo. Era stato lo stesso amico a ‘girare’ la notizia, in forma anonima, alla polizia. Il 38enne, quel giorno, era stato trovato in possesso di un sacchetto bianco, un paio di forbicine e un foglietto con scritto sopra: “Consegnate i soldi in quindici secondi e in silenzio”. In questura l’ammissione: “Ero disperato”. Oggi l’uomo, accusato di tentata rapina, è stato condannato a otto mesi e 200 euro di multa. Il suo legale, l’avvocato Fabio Galli, ha manifestato la volontà di fare appello: “Non si può processare un uomo solo per le sue intenzioni”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • PENSARE, TENTARE E SPERARE

    Curiosa e istruttiva sentenza del Tribunale di Cremona.
    Massimo confida a un amico: domani rapino la Banca di Roma dei giardini pubblici. L’amico ci pensa, poi avverte la polizia. Che il giorno dopo si piazza attorno alla banca. Massimo, come previsto, la costeggia, sbircia, va avanti, imbocca via Solferino, e poi giunge alla Posta centrale, dove la polizia lo ferma e lo perquisisce. Ahilui, in tasca gli trovano le forbicine per le unghie, un sacchetto vuoto, un foglietto con scritto: metti i soldi qui dentro, non fare scherzi, hai quindici secondi.
    Morale, il Pm chiede la condanna, “perché il fatto che si sia allontanato dalla banca e non sia entrato non sposta la questione: si era preparato con una forbicina, il sacchetto e il cartello. Per me è una tentata rapina.”
    Il difensore: come si possono ritenere atti idonei se il mio assistito non va in banca e viene fermato cento metri dopo?
    Il Giudice: condanna a otto mesi e 300 euro.
    Non mi sento di dare un parere. Un consiglio però sì. Se raccontate agli amici: mi piacerebbe tanto scopare la mia collega, che è una figa stupenda, non andate al lavoro coi preservativi in tasca.

    Cremona 23 02 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info