Commenta

Il settebello è a Cremona Grande attesa per Italia-Gran Bretagna 500 biglietti già venduti

Il capitano Tempesti

– FOTO FRANCESCO SESSA

Il settebello è a Cremona. Il capitano della nazionale di pallanuoto campione del mondo Stefano Tempesti si affaccia su piazza del Comune prima della conferenza stampa. La squadra di mister Alessandro Campagna è in città per il match di World League con la Gran Bretagna, nazionale ospite dei prossimi giochi olimpici. L’evento, trasmesso in diretta su Rai Sport 1, in piscina comunale martedì 6 marzo alle ore 20.30. Circa 900 posti disponibili, in due giorni sono stati 500 i biglietti venduti.
Due gli eventi di contorno: martedì alle 13 nella Sala Giunta di palazzo comunale, l’audizione del violino Stradivari con esecuzione anche dell’inno nazionale inglese “Good save the Queen” e di quello italiano “Fratelli d’Italia”, dopo la gara una cena ad invito all’interno della piscina comunale organizzata alla presenza delle due nazionali. Spazio anche ai più giovani: il Settebello, infatti, alle 17 incontrerà i ragazzi delle scuole cremonesi all’impianto comunale.
«Sono emozionato. Invidio un po’ Campagna per la scritta ‘Italia’ sulla tuta – ha detto il sindaco Oreste Perri in apertura di conferenza stampa -. La nazionale italiana manca da Cremona da vent’anni e quello di martedì sera è un evento davvero prestigioso. Sia dal punto di visto sportivo, dato che sarà un incontro di altissimo livello tra i Campioni del Mondo e la squadra ospite delle Olimpiadi 2012, sia per il ruolo della città».
«Mi affianco all’emozione del sindaco – ha proseguito l’assessore allo sport Marcello Ventura -. Sono stato l’ultimo presidente della Bissolati di serie A1 ed è davvero un’emozione avere di nuovo a Cremona la grande pallanuoto».  Presenti anche i dirigenti della Fin (Federazione Italiana Nuoto) nazionale e regionale («Dopo la nazionale di nuoto, il Settebello. Tanti eventi, ma anche tante occasioni formative per coniugare lo sport per tutti e lo sport di eccelenza», ha commentato Danilo Vucenovich, presidente Fin Lombardia), l’assessore comunale Jane Alquati («Abbiamo distribuito 14 mila volantini nelle scuole e nei centri di aggregazione per diffondere l’evento») e l’assessore provinciale Chiara Cappelletti («Con un sindaco come Perri non si può non puntare a portare qui la nazionale»).
Poi, la parola ai protagonisti. «E’ un grande onore essere qui e giocare con i Campioni del Mondo nella loro casa», ha dichiarato in italiano l’allenatore della nazionale britannica Cristian Iordache. «A nove anni sono venuto a Cremona per la mia prima trasferta sportiva – ha ricordato Alessandro Campagna, Ct azzurro -, vent’anni fa sono tornato qui per giocare contro l’Olanda prima dell’Olimpiade di Barcellona, che poi abbiamo vinto. Cremona ha portato bene per la mia carriera e per quella della nazionale e, con lo sguardo a Londra 2012, qui mi fermo e non dico nient’altro… Solo ringrazio Perri, l’unico sindaco a cui io do del ‘tu’, con il quale ho condiviso la mia esperienza da atleta e da tecnico».
«Era già qualche anno che non tornavo a Cremona – ha concluso il capitano azzurro Tempesti – Per me non è solo un grande ritorno in questa città, ma è un grande ritorno in vasca. Il match con la Gran Bretagna è la mia prima partita dopo l’infortunio. L’ultima gara che ho disputato è stata la finale mondiale di Shanghai».

I biglietti per il match (martedì 6 marzo ore 20.30 alla piscina comunale) possono essere acquistati (costo 11,50 euro) in prevendita fino a lunedì sera su ticketone (clicca qui) o al botteghino della piscina prima dell’inizio della partita.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti