9 Commenti

Viale Po, il Pd: "La Giunta passi dalle parole ai fatti"

manfredini-burgazzi-viale-po

A sinistra Manfredini, a destra Burgazzi, al centro Viale Po (foto Francesco Sessa)

I consiglieri del Pd Burgazzi e Manfredini intervengono sulla situazione di Viale Po, dopo la raccolta firme dei residenti per una petizione a favore di un progetto di ‘ripiantumazione’. “E’ innegabile – scrivono i consiglieri – che la principale via d’accesso alla città da sud sia in condizioni molto precarie; è sufficiente transitare per notare le condizioni della siepe, l’assenza degli alberi, lo stato del manto stradale, il parcheggio selvaggio, la pista ciclabile e pedonale che diventano una palude ad ogni spruzzata di pioggia”.
“Il 20 settembre 2010 – ricordano Burgazzi e Manfredini – il gruppo del Partito Democratico aveva depositato un ordine del giorno in cui chiedeva uno sforzo per viale Po, predisponendo un progetto di riqualificazione che coinvolgesse anche i residenti del quartiere Po. L’odg, dopo la presentazione in consiglio, è stato rinviato in commissione per una discussione più approfondita ed un confronto sul progetto, ma non è più stata calendarizzato”.
Critico il giudizio sull’operato dell’amministrazione: “Spesso – dicono i democratici – il vice sindaco ha proclamato grandi progetti, tra cui un concorso di idee per il viale, che poi si sono rivelati del fumo negli occhi. Eravamo convinti due anni fa che Viale Po meritasse attenzione. A maggior ragione oggi, stante l’immobilismo dell’amministrazione, pensiamo che sia necessario intervenire, perché nel frattempo la situazione è ulteriormente peggiorata. Riportiamo l’argomento nel confronto politico e studiamo insieme le soluzioni possibili per ridare dignità all’anticamera del centro storico della città. Gli impegni richiesti dal vecchio odg sono ancora validi; nel dispositivo si chiedeva: di abbattere accuratamente solo le piante la cui alberatura abbia una condizione patologica degenerativa irreversibile e possa essere un pericolo per la pubblica incolumità; di predisporre un piano di riqualificazione di viale Po, valutando la possibilità di migliorare e ridisegnare la pista ciclabile e l’arredo urbano coinvolgendo i residenti del quartiere. Vedremo se la giunta passerà dalla parole ai fatti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • sandra

    Dopo il centro storico, con la posa di lastricato pregiato e nuovo arredo urbano in corso V.Emanuele, ora tocca a Viale Po. Non si puo’ piu’ far finta di niente. Lo scempio in cui versa grida vendetta! Perri svegliati! Qui ti giochi il secondo mandato!

  • MARIO

    SOLO per segnalare che i Radicali hanno già raccolto più di 600 firme per ottenere l’attenzione del sindaco ( così ha dichiarato Ravelli colto sul campo e sempre molto disponibile ).

    Battagliera sull’argomento è Alessia Manfredini che da tempo ne parla, e si fa promotrice di frequenti iniziative anche mediatiche.
    Tanto di cappello e Lei ed alle solite donne del Pd (due o tre) !!

    Bentrovato Burgazzi : il problema non è marginale, ne va dell’immagine della città.

    Sembra tuttavia che nel Pd,forse, ci sia anche chi “si sta girando i pollici”, alle spalle di chi ogni giorno si espone e fa presente tutto quello che non va e non “inciucia”.

    Mi pare anche di aver sentito dire :
    c’è chi sostiene che , forse, non è sempre utile vangare e rivangare
    ( a beneficio di chi ??)

  • LAVORARE AI FIANCHI, PLEASE!

    Ohh….! (esclamazione ripetuta all’infinito) finalmente ci si muove: fatti non parole! Il Pd si da ‘na mossa. Ecco, così mi gusta l’Alessia allorquando cava fuori tutto il suo “IO”, non già l’IO del 25 aprile (mutande, fritto misto, puzza ascellare…!). Vabbene Daniele, vabbene, avanti di codesto passo. Ueila, gioventù, ma non solo per il viale Po, nehhhh!?

  • roberto

    Non capisco da che pulpito viene la predica. Da frequentatore del parco del Po e del viale, giardinetti di via dei classici compresi, la passata amministrazione non ha mai fatto nulla……….ops scusate, avete tagliato l’erba ovunque a 20 goiorni dal voto. Ed ora eccoli i salvatori della città…….ma dai piantatela con le vostre lamentele. proponete qualcosa di serio ed in modo serio e sicuramente verrete ascoltati

    • mario

      COMINCIA TU : una rapina al giorno ti basta ??

  • FURTI, RAPINE, RUBERIE…RAZZIE.

    “Ecciaragione” il signor Mario: se in zona Po si compie una rapina al giorno, in quel di Cava…un giorno si e l’altro pure. Ma è anche successo che siano stati “visitati” ben due appartamenti nel medesimo giorno. Le forze dell’ordine? Si, se c’erano….multavano le vetture in sosta sulle striscie blu prive di ticket!

  • kunta

    Trent’anni al governo della città, gli ultimi dei quali devastanti sotto ogni punto di vista (hanno ammazzato il centro), e ora i signori della sinistra predicano…
    la verità è una sola: nessuno dal 2008 si è accorto del cambio di potere nel comune di Cremona. Perri non ha fatto nulla e seguita a non fare nulla, in linea con le amministrazioni precedenti. Ma forse mi sbaglio: quei meravigliosi varchi elettronici sono una notizia positiva…per le casse del comune e per l’eutanasia del centro.

  • linus2012

    ma per favore Alessia Manfredini e Burgazzi, il PD per decenni cosa ha mai fatto per il Viale Po e per il quartiere Po? lo ha solo riempito di rom e tagliato un po’ d’erba! ma fatemi il favore, ma andate a lavorare!

    • mario

      I ROM LI hanno fatti venire i tuoi amici (non certo poveracci) quando hanno affittato appartamenti in serie e ben pagati.