Un commento

Guasto al treno e aria gelida, due cambi per arrivare a Milano Il sabato di passione dei pendolari

sabato-di-passione-sui-treno

Una sabato mattina di passione per i pendolari della Mantova-Cremona-Milano. Il treno 2648 delle 6.58 per Centrale è arrivato alla stazione di Lodi con 21 minuti di ritardo a causa di un guasto. “Non andava più né avanti, né indietro – hanno segnalato alcuni viaggiatori -. E da Codogno gli impianti hanno cominciato a buttare fuori aria fredda: si gelava!”. I passeggeri a Lodi sono stati caricati tutti su un treno in direzione Milano Greco Pirelli, “tipo un treno merci, da tanto era pieno”, è il commento dei viaggiatori. Dagli altoparlanti il consiglio di Trenord: scendere alla stazione di Lambrate dove ci sarebbero stati altri tre treni diretti a Milano Centrale. La maggior parte dei passeggeri ha preferito fermarsi a Rogoredo e prendere la metropolitana. “Figuararsi, due cambi per raggiungere Centrale!”, il ragionamento dei più. Il bello è che il treno guasto 2648, alla fine, ha proseguito la sua corsa ugualmente, viaggiando a velocità ridotta e ritardando la linea, senza a bordo la maggior parte dei passeggeri, per arrivare a Centrale con 53 minuti di ritardo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mary

    Perché la cara Lombardia non decide di fare come hanno fatto in Emilia Romagna e cambia gestore?
    Un bell’appalto e poi via Trenord e Trenitalia che fanno pena.
    Vogliono essere pagate care ma di servizi non ne danno checché ne dicano loro!