Commenta

Ex Scac, accordo sull'assetto viabilistico: nuova strada con sottopasso tra via Milano e via Sesto

ex-scac-firmato-accordo-sottopasso

Approvata dalla Giunta la bozza dell’Accordo quadro per la risoluzione di alcune relative alla trasformazione dell’Ex Scac e dell’area Incrociatello. Il riferimento, in particolare, è al collegamento viario di via Milano con via Sesto, attraverso la realizzazione di un sottopassaggio ferroviario e alla modifica dell’accessibilità alla ditta Corazzi. “Tale strada – si legge nel documento della Giunta – unitamente al sottovaso, costituisce opera di utilità pubblica ed è realizzata dal soggetto privato, la società Toto Spa, quale opera di urbanizzazione secondaria, con un saldo positivo di circa 1.625.000 euro. Detta viabilità determinerà il nuovo sistema di collegamento tra via Milano, via SestoArtigiani e via Castelleonese”.

FUTURO ASSETTO VIARIO AREA INCROCIATELLO
“L’intervento relativo al futuro assetto viario del comparto urbano ex SCAC –Incrociatello – Corazzi – si legge nella relazione tecnica – prevede la realizzazione di un sottopasso ferroviario, di una nuova strada parallela a Via Corazzi e di un sistema a rotatoria per la gestione dei flussi all’intersezione tra la Nuova Strada di lottizzazione e Via Milano. La stessa ha il beneficio di ridurre le elevate velocità causate dal tratto di rettilineo di via Milano e al contempo ottimizzare la regolamentazione dei flussi di traffico. La nuova strada è prevista all’interno del PGT come si evince dallo stralcio della tavola PR 4.8 contenuta nell’allegato 2. Gli allegati grafici documentano l’esistenza di un progetto complessivo del nuovo assetto viario. Il comparto è costituito da due distinti ambiti di trasformazione: nella zona nord troviamo l’area ex SCAC oggetto di pianificazione attuativa già progettata ed adottata, nella zona est vi  è l’area dell’Immobiliare Incrociatello relativamente alla quale è già stato rilasciato un parere preliminare da parte del Comune di Cremona su proposta degli operatori. Le due progettualità comprendono anche le opere viarie di rispettiva competenza già chiaramente identificate nella bozza di convenzione del piano ex SCAC e nella proposta dell’Immobiliare Incrociatello. La realizzazione di tali opere avverrà a cura e spese dei soggetti lottizzanti in conformità al progetto generale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti