Cronaca
Commenta3

Megainsediamento commerciale Cardaminopsis sulla Paullese, sei mesi per arrivare al rustico Altrimenti perderà le autorizzazioni edilizie e commerciali

Sopra, come doveva essere il centro commerciale nel progetto abbandonato nel 2009

A chi interessa costruire un altro centro commerciale alle porte della città? A poche centinaia di metri dall’attuale Centro Commerciale Cremona Po dal 1998 doveva nascere un altro insediamento. Era il centro commerciale Cardaminopsis, dal nome di un fiore studiato per la prima volta a Cremona. Prima si è parlato di un megainsediamento commerciale (il piano Attuativo è del 1998, scaduto nel 2008, prorogato dalla Giunta Corada al 31 dicembre 2012), poi di un outlet del lusso della multinazionale Foruminvest che lo aveva già pubblicizzato sul suo sito con il nome “Le Ghirlande di Cremona” perchè l’architettura richiamava la skyline della nostra città (la multinazionale si è ritirata ad ottobre 2009 dal progetto). Poi tutto è caduto nel silenzio fino alla lettera inviata dal Comune in queste ore. Il destinatario è la società immobiliare Cardaminopsis proprietaria di un’area di 120mila metri quadrati tra via dà de’ Berenzani e via Picenengo, in fregio alla Paullese. Sul piatto c’è una concessione edilizia che scade a fine anno e una licenza commerciale (grande distribuzione per diecimila metri più altre per  piccole e medie superfici) in scadenza proprio il 31 maggio. La società aveva chiesto al Comune una proroga della autorizzazione commerciale di due anni in quanto l’autorizzazione (che scadeva il 31 maggio) è di competenza regionale ma tocca al Comune decidere sulla proroga. Gli assessori Malvezzi e De Bona (Urbanistica e Commercio) hanno così deciso di dare una proroga di soli sei mesi per le autorizzazioni commerciali in modo da farla coincidere con la scadenza edilizia. Quindi la società ha sei mesi di tempo per ritirare la Dia, far partire i lavori ed arrivare al rustico entro il 31 dicembre (tra l’altro dovranno realizzare anche un sottopasso d’accesso alla Paullese): diversamente Cardaminopsis perderà sia l’autorizzazione commerciale che quella edilizia. Sei mesi di tempo. E operatori commerciali interessati pare non ce ne siano molti visto che Cremona è “satura” commercialmente. A quanto risulta altri spazi per trattare sui tempi pare che in Comune non ce ne siano più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti