Cronaca
Commenta2

Chiesta convocazione straordinaria della Commissione Cultura, "Quali costi per la Notte dei Musei?"

Sopra, una commissione cultura

“Chiediamo di discutere lo scioglimento della commissione Cultura”. E’ la provocazione contenuta nel testo pronto alla firma di alcuni consiglieri per la Convocazione straordinaria della Commissione Cultura, dopo sei mesi dall’ultimo incontro. Nell’ordine del giorno le politiche culturali programmate per i prossimi due anni, anche in vista dell’Expo 2015 (“Quali e quanti sono i progetti in cantiere per l’evento più significativo per l’intera nazione”); i costi della Notte dei Musei, anche se non svolta (“In tempo di crisi, profonda, con tagli spaventosi, era utile programmare un carnet cosi ricco di eventi?”); i dati disaggregati sulla frequenza dei musei (“Numero effettivo dei visitatori, dei visitatori aderenti all’iniziativa “museo in tasca”, dei partecipanti ai concerti domenicali”); i motivi e le documentazioni riguardanti lo stop, di mesi sei, dei lavori della Commissione Cultura e una discussione sull’ipotesi di scioglimento della stessa per evidenti motivazioni, con relativo risparmio sul gettone di presenza. “Ci preme – si legge nel testo – comprendere nello specifico con adeguata documentazione la scelta della Presidenza di questa Commissione di non convocarla più, quasi a sminuirne il ruolo della stessa. Siamo disponibili a confrontarci su una possibile data entro la prima metà di giugno, restiamo in attesa di un cortese riscontro, porgiamo distinti saluti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti