10 Commenti

Contro il degrado carabinieri in azione nei parchi della città

controlli

Carabinieri in azione per due ore di controlli lungo i parchi e le aree verdi della città: i militari, impegnati in un’operazione antidegrado e a favore di una maggiore sicurezza dei cittadini, hanno setacciato parco Sartori, via del Vecchio Passeggio, i giardini di piazza Roma e l’ingresso di via Del porto. Complessivamente i carabinieri, una decina su quattro equipaggi, hanno controllato oltre 100 persone, per la maggior parte romeni. I passaggi delle forze dell’ordine nelle aree verdi della città e della provincia saranno sempre più frequenti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • era ora che qualcuno si muovesse a portare un pò di legalità e decenza in queste zone!io abito proprio di fronte al parco sartori(zona po)e la situazione è diventata insostenibile per un paese che si definisce civile!piu che un parco è un bivacco e una zona off limits per i cremonesi!
    grazie ai carabinieri!se aspettiamo il comune con le sue false promesse o i vigili urbani che son impegnati ai parcometri o agli autovelox….

  • mario

    COMPLIMENTI ALL’ARMA: C’E’ SEMPRE !
    Quello che manca è la politica cittadina.
    In passato c’è stato chi aveva proposto le ronde e la sostituzione di un assessore.
    Ora che cosa propone ?
    La sostituzione di CHI ?
    E tutto è ben più grave !
    La lega aveva raccolto firme con la presenza del suo parlamentare.
    I nominati attuali dove sono ???!!!
    Che cosa stanno raccogliendo ?????????!!!!

  • RIFLESSIONI D’AVANGUARDIA

    “Da tempo al Vecchio Passeggio e in zona Po imperversano gruppi di stranieri che hanno trasformato i giardini in luoghi sinistri, sporchi e degradati. I soprusi sono all’ordine del giorno: si ripetono con frequenza crescente e generano negli slavi, nei romeni e nei rom, che vivono di espedienti e bivaccano nei parchi, la convinzione che in Italia ci si possa permettere ogni libertà.”
    Non è uno stralcio di “Padania Verde”, non è il Borghezio d’una volta, non è un picchiatore del servizio d’ordine della Lega: è Zanolli Vittoriano, direttore della Provincia, quotidiano unico di Cremona per adesso, gran comunicatore cento usi al servizio dell’Immenso, padrone della Libera. Dio li fa, poi li accoppia, dice il proverbio.
    Tutto qui, qualcuno potrebbe obiettare?
    Figuriamoci, ecco l’ouverture del Punto di domenica:
    “Cremona applaude i Carabinieri che ripristinano la legalità nel quartiere Po. Mentre la Polizia municipale e quella provinciale erano impegnate a fare cassa in strada con l’autovelox o a scaldare sedie in ufficio etc.”
    In tre righe è uscito il capolavoro di condensare idee che normalmente gliene costano tre, ma di pagine.
    Cremona applaude e lo fa sapere a Lui, nel primo quartiere residenziale della città mancava la legge, arrivano i Carabinieri e la ripristinano, soli come Leonida alle Termopili, mentre le Polizie, se escono, escono per depredarci, salvo scelgano la formula soft di farsi pagare da noi lo stipendio grattandosi le palle in ufficio etc etc.
    In altri tempi, considerati incivili, parole del genere gli sarebbero costate una sfida a duello, che avrebbe accettato, immagino, solo con la copertura di venti o trenta padrini, come oggi quella dell’Immenso…..
    La mia incredulità, cari lettori, non è leggere la zanollata, è che nessuno reagisca, neanche quelli che devono per legge e buon gusto.
    Il sindaco Oreste Pivetti, fratellino minore e da riguardare dell’Immenso, ha appena fatto finta, a questo punto devo dire, di festeggiare il 150° della Polizia municipale; il comandante Fabio Germanà Ballarino e il vice Gigi Sforza son fieri dei loro uomini; Sua Eccellenza il Prefetto rappresenta il Governo d’Italia; da Massimiliano Salini, presidente, dipende la Polizia provinciale; certe Procure potrebbero impegnarsi a controllare ci fossero gli estremi del vilipendio:
    nessuno, ripeto, nessuno dei suddetti Signori, che non rappresentano se stessi, ma lo Stato, ha nulla da replicare, con gli atti, più che le parole, al signor Zanolli Vittoriano?
    Allora non si stupiscano, capita ogni tanto, se il cittadino un po’ grosso, quelli fini e colti non leggono lo Zanolli se non per dovere professionale, e comunque non si fanno certamente influenzare da ciò che scrive, usando la spinta del direttore del giornale cittadino, alla prima multa per una violazione del codice, si mette a insultare pesantemente chi gliela dà…..

    Cremona 11 06 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    p.s. scusate, dimenticavo: ogni tanto qualcuno di questi profittatori di autovelox e scrivania lascia la pelle per strada.

    • mario

      La distinzione dei ruoli è fondamentale s non va dato molto peso al ricercatore di scoop ex post.
      Il peso specifico del ricercatore di scoop ex-post è vicino allo zero.
      Da segnalare tuttavia l’assenza di qualche politico che in passato ha dato prove di esibizionismo, “sua sponte”.
      Ma la campagna elettorale NON è ancora cominciata.
      Va tenuta in cosiderazione anche la modalità dell’intervento,necessaria e tecnicamente più adatta alla Benemerita, che di cose ne sa fare tante e bene.

      • Severino

        Se invece di spendere il suo tempo a scrivere a capofitto, girasse per la città, il fatto che Zanolli scriva quello che tutti pensano, non la colpirebbe. La PM si è distratta dal suo ruolo. Perché il territorio è in gestione del Comune, non si parla di criminalità, ma di controllo delle aree pubbliche, dove PM deve garantire l’utilizzo a tutti e, nel contempo, attraverso il Comune chiedere politiche di supporto. Non serve solo il presidio (tanto caro alla Lega e alla destra, che non ha gli strumenti culturali per andare alla radice dei problemi). Caro Cozzaglio, non si faccia accecare, come le succede troppo spesso, dalla sua rabbia, altrimenti, la verità le sfuggirà sempre, correndo il rischi di passare per mitomane (e petulante)

        • mario

          VISTO CHE HA SBAGLIATO BUCO e non sono cozzaglio, le rispondo ugualmente:
          Il mantenimento dell’ordine pubblico spetta a Polizia e Carabinieri : si informi meglio.
          Se poi manca una politica del territorio è vero che manca anche la politica di destra e sinistra che ha imperversato negli anni ante Perri.
          A quel tempo lega & C. hanno fatto di tutto e di più, con l’aiuto di qualche politicante di “sinistra”,male impostato.

  • ma lei signor cozzaglio,non è quello che la provincia non la legge?
    e dove abita di bello?a cremona o su marte?
    no,perchè se vuole la ospito qualche giorno,proprio nei pressi dell ex parco sartori..cosi invece di leggere gli articoli del direttore della provincia,si rende conto di persona di quel che accade in certe zone della città.e dell assenza di comune e forze dell ordine municipali.annò, c era un vigile su una motoretta che ogni tanto passava,ma si guardava bene di fermarsi..come dagli torto davanti a 30 o 40 cittadini benemeriti,civili e rispettosi della cosa comune come sono i rom?

    • mario

      E’ vero cozzaglio scrive tanto o troppo, ma bisogna leggere bene.
      Non credo che sostenga che non ci vuole la forza pubblica, unica abilitata a mantenere l’ordine pubblico.

  • FN CREMONA

    La denuncia delle condizioni del quartiere Po è sotto gli occhi di tutti.
    Le Forze dell’ordine sono intervenute nel Parco Sartori.
    Forza Nuova Cremona, lo scorso 10 Marzo, ha effettuato un banchetto per sensibilizzare la popolazione sul tema.
    La sicurezza è uno dei punti fondamentali del nostro programma.
    Ma occorre cercare di non essere banali.
    La sicurezza la vogliono tutti. Come se qualcuno volesse l’insicurezza.
    Abbiamo lasciato volutamente passare un po’ di tempo.
    Forza Nuova è un movimento di popolo, con militanti che appartengono alle classi popolari e non ai salotti buoni.
    Una politica di strada, non quella delle poltrone della casta.
    La nostra politica.

  • mario

    Il problema vero, ora, è che la gente non frequenta più il parco.
    Pochi si avventurano con circospezione fra i giochi e le panchine.
    Nello stesso tempo piccoli gruppi di rom stazionano in permanenza , quasi a viglilare( e con atteggiamento di sfida ).
    Ho l’impressione che abbiano, in un modo o in un altro, intimorito la gente del quartiere.
    SE NON C’E’ UNA PRESENZA CONTINUATIVA ( UN SEGNALE FORTE ) il quartiere degraderà e diventerà invivibile.
    E saranni guai seri !!