Un commento

Otto nuove auto per i controlli in A21, pronti per l'esodo

a21

Foto Francesco Sessa

Sono state consegnate questa mattina, presso la sede di Autostrade Centro Padane di Cremona, otto nuovissime Volkswagen Passat che serviranno per le attività di pattugliamento dell’autostrada alle sezioni della polizia stradale di Cremona e Brescia. La consegna è avvenuta alla presenza del presidente e del direttore di Centro Padane, rispettivamente Augusto Galli e Francesco Acerbi, del comandante della polizia stradale della Regione Lombardia Tommaso Cacciapaglia, del comandante provinciale di Cremona Federica Deledda, del dirigente provinciale di Brescia Barbara Barra e dell’ingegner Paolo Rubini, responsabile del centro operativo dell’A21. Le nuove auto, dotate di apparecchiature per la rilevazione della velocità, di computer portatili per il controllo dei veicoli e di tutti i più moderni  dispositivi in dotazione alla stradale, vanno a sostituire le sei precedenti Subaru. “Si tratta di macchine con prestazioni eccellenti e con una serie di dotazioni che permetteranno di svolgere al meglio i servizi di prevenzione e di controllo”, ha detto il direttore Acerbi, che ha spiegato che per le vetture, prese a noleggio presso una società, Centro Padane pagherà, tutto incluso, 200.000 euro l’anno. “Importantissimi”, ha sottolineato ancora Acerbi, “saranno le attività di prevenzione in A21, una tratta, la nostra, sulla quale ogni anno transitano 28 milioni di veicoli e che ha un’incidentalità molto bassa”. “La consegna di queste auto è avvenuta proprio nel momento più opportuno ”, ha aggiunto il comandante Deledda, che in questi giorni si sta preparando ad intensificare i servizi in vista del grande esodo estivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ezio corradi

    Per fortuna è un’autostrada a incidentalità bassa! Qualche anno fa tra un tamponamenteo e l’altro fra Cremona e Castelvetro Piacentino, nelle nebbie padane di prima mattina, dalle parti del fiume Po, ci stava rimettendo la pelle nientemeno che il Direttore Generale Dott. Francesco Acerbi…Fortunatamente per tutti noi è ancora dalle nostri parti, vivo e vegeto più che mai, prontissimo a raccontarci che “serve un’autostrada, supportata da un terzo Ponte sul Po, per far arrivare velocemente le forme di grana all’imbarco al porto di Genova (“quo dixit acerbis verbis assemblea pubblica in “Marcariae Locii”). Peccato che, sfiga dopo sfiga, è arrivato prima il terremto a disintegrare magazzini e forme di grana (centro) padano, prima che l’autostrada Cremona-Mantova disisntegrasse il territorio… A Centropadane e al confabulante Direttore Acerbis verbis, è andata ancora bene: pensate un po’ a quante “noiose cerimonie di consegne” di “pantereautostradali” avrebbe dovuto presenziare il nostro Grande Direttore fra A21 Brescia-Cremona-Piacenza; Cremona-Mantova; Bretellina -del nonno quercio/terzo ponte- Castelvetro-Cavatigozzi; Ti-Bre, Bre.Be.Mi, Cordamolle, Senzacorda, tangenzialina cremonese da San Sigismondo all’argine di Gerre/inceneritore del Morbasco, alla Via Dante-Viale Trento Trieste unidirezionali…se fosse davvero “vero” che: “i numeri dati da Centropadane su autostrada Cremona-Mantova e Bretellina Terzo Ponte, fossero stati davvero numeri reali”. Per ora, questi numeri, ce li giochiamo al Lotto, con licenza “Centropadan Direttoriale”.
    Ezio Corradi – Vicepresidente Coordinamento Comitati Ambientalisti Lombardia