Commenta

Giordano Garuti e Giorgio Mori in mostra in Santa Maria della Pietà omaggio ai "grandi vecchi" della pittura cremonese

IMG_0412

foto Francesco Sessa

E’ stata inaugurata in Santa Maria della Pietà la mostra di due “grandi vecchi” della pittura contemporanea cremonese, Giordano Garuti e Giorgio Mori. E’ stata la tenacia e la lungimiranza della presidente dell’Associazione Artisti Cremonesi, Laura Carlino, a volere a tutti i costi questa mostra che mette insieme due artisti così diversi tra di loro,  opposti come idee, come stile, come cultura, come mezzi espressivi. Ed anche la mostra in Santa Maria della Pietà è divisa in due, anche fisicamente, per dare il giusto omaggio a questi due pittori che hanno alle spalle oltre sessant’anni di carriera artistica ma anche a tenere ben distinte le opere esposte: la capacità comunicativa nella continuità di stile di Giorgio Mori e l’esplosività espressiva di Giordano Garuti. Ed è doppio anche il catalogo: un artista da una parte, un altro leggendo dal retro. Tiziana Cordani ha scritto un saggio introduttivo sulla mostra e poi i testi critici sono di Renzo Margonari per Garuti e di Giorgio Seveso per Mori.

Scrive Tiziana Cordani nell’introduzione: “Se mai, in una notte agitata, avessi potuto immaginare, in un sogno o in un incubo, qualcosa di assolutamente inconciliabile, avrei potuto immaginare una mostra in comune di Giordano Garuti e Giorgio Mori. Non certo perché i due non siano amici, né, tantomeno, perché non siano validissimi autori e neppure perché vi si possa frapporre un qualsiasi ostacolo della più varia natura. Non l’avrei immaginata perché non ci sono, negli ultimi cinquant’anni di storia della pittura cremonese, due artisti più diversi e, per molti aspetti, antitetici. Pertanto, la volontà di entrambi, di condividere lo spazio di una vasta antologica (ed uno spazio psicologicamente e visibilmente impegnativo come quello del Centro  Culturale di Santa Maria della Pietà) mi è sembrata una prova di coraggio e di autorevolezza artistica che andava assolutamente sostenuta anche dall’impegno di quanti, come me, ne hanno seguito l’intero percorso artistico e lo hanno, nel tempo, apprezzato”.

Galleria fotografica Francesco Sessa

GIORDANO GARUTI – GIORGIO MORI. UNA VITA
5 – 28 ottobre 2012
Orari di visita da martedì a domenica ore  10-12 e 15-19; chiuso il lunedì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti