Commenta

Evade dai domiciliari ma il giudice non convalida l'arresto

tribunale-evidenza

Un senegalese di 19 anni è finito in manette con l’accusa di evasione, ma nel processo per direttissima il giudice non ha convalidato l’arresto. Il giovane era ristretto agli arresti domiciliari, ma a causa di un litigio scoppiato per futili motivi con i familiari, è rimasto ferito e per lui si è reso necessario ricorrere alle cure dei medici dell’ospedale. Una volta riaccompagnato a casa dagli agenti della volante, però, il 19enne si è rifiutato di rientrare nell’abitazione, in quanto, a suo dire, aveva paura di essere di nuovo aggredito. Sono quindi scattate le manette. Oggi il giovane, difeso dall’avvocato Massimiliano Corbari, si è presentato davanti al giudice Pierpaolo Beluzzi che non ha ritenuto sussistessero elementi sufficienti per convalidare l’arresto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti