Ultim'ora
6 Commenti

Devasta ufficio comunale e massacra di botte carabiniere, arrestato

Ha devastato l’ufficio dei servizi sociali di Casalmaggiore e ha massacrato di botte il maresciallo dei carabinieri che era intervenuto per calmarlo. In manette è finito A.G., 26enne residente a Cingia de’ Botti, che ha mandato all’ospedale in codice giallo (ferite di media gravità) il maresciallo Giorgio Moriero, impegnato a calmarlo e nello stesso tempo a difendere le assistenti sociali barricate in ufficio. Il 26enne si era recato in Comune a Cingia. Voleva vedere la moglie e il figlio, ma davanti al rifiuto delle assistenti sociali è stato preso dall’ira ed ha cominciato a distruggere tutto. Poco più tardi ha raggiunto Casalmaggiore con le stesse intenzioni. Anche in questo caso ha devastato gli uffici, e quando si è trovato davanti il maresciallo, lo ha colpito ripetutamente come una furia. Solo grazie all’intervento di altri militari, il giovane è stato fermato. Condotto in caserma, è stato dichiarato in arresto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti