Commenta

Truffa dello specchietto, anziano 70enne smaschera uno degli autori

truffa-specchietto

Non si è fatto cogliere alla sprovvista: ha evitato di farsi coinvolgere e ha aiutato gli agenti della mobile ad identificare uno degli autori della cosiddetta ‘truffa dello specchietto’. Protagonista un anziano di 70 anni, coinvolto in un finto incidente. L’uomo era alla guida della sua auto quando è stato sorprassato da un’altra macchina. A quel punto ha sentito un rumore, come se tra i due mezzi ci fosse stato un contatto. L’anziano ha accostato ed è sceso per verificare eventuali danni. Dall’altra macchina sono usciti due uomini, entrambi italiani, che hanno finto la rottura dello specchietto, proponendogli di “sistemare la questione” con 200 euro. Il 70enne, che già aveva sentito parlare di questo genere di episodi, si è insospettito e ha temporeggiato, dicendo di voler chiamare un familiare. A quel punto i due hanno preferito lasciar perdere, sono risaliti in macchina e sono ripartiti. L’anziano ha richiesto l’intervento degli agenti della polizia che già stavano investigando su altri episodi simili accaduti di recente a Cremona. Tra le foto segnaletiche che gli sono state mostrate, il 70enne ha riconosciuto uno degli autori della truffa (che ha precedenti specifici), consentendone quindi l’identificazione. Per il secondo sono in corso ulteriori ricerche.
Si tratta dell’ennesimo caso segnalato a Cremona. La dinamica è sempre la stessa: un tamponamento o il lancio di un oggetto contro la vettura in fase di sorpasso per simulare un contatto. Poi la proposta dell’accordo con cifre da 100 a 200 euro. In un caso i truffatori avevano addirittura chiesto all’automobilista alcune migliaia di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti