2 Commenti

Festa del Torrone, numeri da record 140mila presenze per l'edizione 2012

torr-e

Domenica affollatissima in città per l’ultimo giorno della Festa del Torrone. Un’edizione da record: al momento sono stimate in circa 140mila le presenze nei tre giorni della manifestazione cremonese, che si conferma tra le iniziative più importanti del Nord Italia. Ottimi affari per i banchetti. Davvero un gran finale, con apertura delle aree commerciali dalle 9 alle 20 e programma ricco di eventi, come ad esempio degustazioni, musica, giochi in piazza; oppure il corteo di auto storiche, l’esposizione dei carretti da gelatai, la costruzione della scultura di torrone o il premio al giornalista Beppe Severgnini. Alle 17,15 lo spettacolo conclusivo in piazza del Comune.

GALLERIA IMMAGINI (FOTO FRANCESCO SESSA)

SEGUONO AGGIORNAMENTI E ALTRE FOTO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • joduro

    sono le 18 di domenica …..come fate a saperlo adesso???

  • I SERVIZI SEGRETI
    Ogni volta che apre bocca pone gli ascoltatori davanti al corno: o si appoggia, scelti con cura, ai peggiori comunicatori, oppure il suo servizio è preda di infiltrati che hanno un solo fine, rovinarlo.
    Non c’è altra spiegazione all’ultima pivettata del sindaco: io col torrone gli porto 150mila turisti in centro e loro chiudono i negozi.
    Loro sono gli Ascomiti, che prendo un po’ in giro quando esagerano nel voler governare Cremona, di cui però son parte essenziale ben più degli agricoltori, che hanno solo il giornale: ma nessuno venga a raccontare che tengono chiusi i negozi quando la gente si pesta i piedi davanti alle loro vetrine. Nel mio piccolo, ne conosco uno che ha tenuto con 39 di febbre, un altro che ha aperto alle 10 invece che alle nove perché è solo, eccetera, e poi, prima di parlare, bastava voler guardare: tutti i commercianti che per merce e posizione potevano cullare speranze di vendere, erano sulla breccia. Pivetti fa benissimo a incoraggiare i 32 precari del Comune che rischiano il posto, ma non dimentichi mai che gli Ascomiti fanno 50/60 ore la settimana nella norma, e quando serve saltano sabato e domenica.
    Che un politico, anche se ha promesso, non possa dar tutto a tutti, è nella fisiologia del ruolo: almeno si astenga dal prendere in giro.

    Cremona 21 11 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info