6 Commenti

Nomadi a Cà de Somenzi, i Vigili sgomberano camper e roulotte

NOMADI 3

foto Sessa

La Polizia Locale ha sgomberato l’accampamento di una ventina di nomadi che da giorni stazionavano nel piazzale della Fiera di Cà de Somenzi. Impiegati sette agenti e tre pattuglie. Sul posto anche il vicecomandante dei Vigili Urbani Sfroza. Il blitz è avvenuto intorno alle 7.30, dopo giorni in cui gli agenti hanno cercato la mediazione per l’allontanamento. Roulotte e camper, insieme a qualche auto, sono state scortati fin fuori la città.

Galleria di Francesco Sessa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • nbc

    Condivido in pieno, pare però che non ci si possa nemmeno lamentare, pena essere emarginati come razzisti dal ventre molle della nostra società che non si rende conto della gravità della situazione se non quando è colpita direttamente. Dobbiamo aspettare che tutti ne siano colpiti per prenderne coscienza? Ho paura di sì e probabilmente anche allora non avremo il coraggio di fare quel che è giusto e necessario, siamo itagliani.

  • Antira

    Altri commenti inutili. Perchè siete così codardi da non prendervela chi vi ruba i soldi dalle tasche con un clic, con le tasse, con le leggi e con gli obblighi per i soliti noti????

  • Albachiara

    EVVIVA,FUORI DALLE PALLE!!!!Solo da noi si accoglie chiunque senza troppe valutazioni.Tanto le conseguenze di tanto buonismo le paghiamo noi anche con le tasse o col mantenerli in carcere……ma è populismo, n’est pas?

  • ControGliStolti

    «Dalle sbarre dei CIE scappare è un diritto. Abbattere questi campi è la prima urgenza […] verrà una generazione che sputerà in faccia ai persecutori di oppressi ed esalterà i pochi nomi di italiani da salvare dal macero». (Erri De Luca).

    • Giuliaah

      UDITE,UDITE è arrivato il nuovo messia….ma che c…o stai a di???????????????????????????

  • Proteggimi

    Tante brave persone vivono al riparo da ogni rischio. Scovando tra gli scaffali delle loro biblioteche un lungo elenco di ragioni per non mettersi mai in gioco in prima persona, se ne stanno sempre al caldo mentre fuori infuria la tempesta. La rivoluzione e’ per loro cosi complessa che si potra’ fare solo il terzo giorno dopo la rivoluzione.

    Proteggimi dall’altro, dal diverso
    dalle infezioni etiche
    dai mostri che mi assalgono
    Proteggimi dal vuoto
    Dal vento dei miei sogni
    Addormentami con i tuoi narcotici
    col suono delle alternative semplici
    Da dove vieni idea?
    dove mi stai portando?
    Ridammi le abitudini
    le piccole catastrofi
    Proteggimi
    voglio restare al caldo