Cronaca
Commenta4

Oratorio di S. Sebastiano si allarga con nuovi spazi Inizio lavori a primavera

L’oratorio di San Sebastiano si allarga. L’esigenza per la comunità del parroco don Calvi di avere spazi interni ed esterni maggiormente adatti alle attività oratoriane ha portato all’ideazione di un progetto di ampliamento. «Non abbiamo grandi spazi – continua ancora don Calvi – pertanto si sente la necessità di un intervento per adattare e rendere più funzionale la struttura. Il progetto è già definito e siamo in attesa dei permessi». Inizio dei lavori in programma in primavera, così da ultimare il tutto in tempo per il grest di giugno. Costo dell’intervento: 250mila euro.
Quattro le opere principali da realizzare. Nell’edificio dell’oratorio, verrà realizzato un corpo di fabbrica a piano terra per ampliare il salone esistente: alla nuova sala, di 53 metri quadrati, si accederà dal salone già in uso e dal nuovo portico. La struttura sarà completamente autonoma da quella esistente, sia strutturalmente che visivamente (uso del legno), e nella parte est potrà essere completamente aperta all’esterno grazie all’installazione di finestroni scorrevoli.
Altro intervento riguarda la cucina, che sarà realizzata nei locali attualmente adibiti a deposito. La vecchia cucina, invece, sarà ampliata per creare nuovi spazi di servizio, un bagno, un antibagno/spogliatoio e una piccola dispensa. Un ulteriore intervento verterà sul magazzino. Non mancherà quindi la creazione di un percorso coperto di collegamento tra l’oratorio e la cucina attraverso un portico in metallo e legno, sul quale sarà integrato anche il sistema di illuminazione del campo di gioco. L’area esterna vedrà quindi la realizzazione di una rampa per l’accesso dei disabili e la sistemazione della pavimentazione. Inoltre, nella parte antistante l’edificio dell’oratorio, sarà modificata la seduta in cemento dell’area gioco.
Intanto, il 20 gennaio ospite a San Sebastiano il vescovo Dante Lafranconi che presiederà la messa della festa patronale.

Scarica il progetto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti