Commenta

L'esercito degli ambulanti irregolari del sabato sera e l'ombra del racket

vu-cumpraevid

Il fenomeno si sta ingigantendo. Altro effetto della crisi. E dietro, talvolta, come insegna il passato, c’è l’ombra del racket, pronto ad approfittare di immigrati in difficoltà. Gli ambulanti stranieri, spesso irregolari, si sono moltiplicati in città. Non ci sono più solamente i “soliti” che presidiano alcune zone di Cremona ormai da tempo. Non ci sono più solamente i numerosi mendicanti e venditori che si concentrano nell’area del mercato. I cosiddetti vucumprà sono nettamente aumentati. Da qualche settimana una “invasione” sta caratterizzando i weekend. Nelle ore serali e notturne del venerdì e del sabato, quando il centro si riempie di persone, è possibile osservare un movimento incessante di ambulanti. I “commercianti” di rose sono diventati molti e come essi si muovono coloro  – almeno una decina, prevalentemente di origine africana – che propongono oggetti di ogni tipo (accendini, torce, occhiali e cose simili). C’è chi ha modi gentili e chi si mostra più insistente. Alcuni ammettono di venire da territori limitrofi, ad esempio Brescia, in gruppo. Il fenomeno, come accennato, ha assunto caratteri importanti ed è ormai impossibile ignorarlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti