3 Commenti

Imu, specchietto delle allodole

Lettera scritta da Lucia Zanotti

Personalmente sono stufa di sentir parlare di IMU in campagna elettorale. Da Berlusconi, quando con un’azione da kamikaze la tolse all’ultimo minuto per farla in barba a Prodi, al prof. Monti che promette “mare e monti”, mi si conceda il bisticcio di parole, riduzione dell’IMU compresa.

E ci si meraviglia se avanza l’antipolitica ? Ma per chi ci prendono questi signori , nessuno escluso, che nulla hanno ancora pagato per la crisi?

Non basta allettarci con lo specchietto dell’IMU per invogliarci ad andare a votare per questo o quel politico, tra l’altro senza aver cambiato la legge elettorale.

L’Italia è piena di cavalli di battaglia da cavalcare anche più importanti, dalla lotta contro la corruzione dei partiti, all’immoralità, dal degrado ambientale , allo spreco di denaro pubblico, dalla lotta contro mafie, andrangheta e camorra, alla disperante perdita dei posti di lavoro. Ne aggiungiamo altri? Ci sarebbe l’imbarazzo della scelta. E questi reiteratamente sparano il loro ballon d’essai con l’IMU? E’ forse l’unica tassa esistente che ci pesa sulle spalle?

Per cortesia, se rinnovamento ci deve essere, incomincino con l’essere seri ed onesti, soprattutto nei nostri confronti a partire dalle promesse, tasse e IMU comprese.

Lucia Zanotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mimmo

    E’ vero Sig.ra Lucia siamo al paradosso,prima i politici creano i problemi e poi in campagna elettorale promettono di risolverli.

    Come possono pensare che noi stiamo ancora a farci imbambolare dalle loro promesse.

    Eppure vedrà signora che andremo a votare lo stesso anche se il sentimento
    che domina, almeno me, in questo momento è di non andarci … ma
    poi…penserò a quelli che avrebbero voluto andare a votare e non potevano
    perchè non ne avevano diritto e subivano il voto di altri…poi penserò a quelli che sono morti per liberarci dall’oppressore, poi penserò ai miei genitori che non avrebbero mai concepito una scelta di non-voto ( mi hanno sempre detto c’è sempre un meno-peggio da votare…)e quando sarò nella cabina farò esattamente quello che ho sempre fatto, votare.

    In questa campagna elettorale disgustosa e maleodorante(come tante del resto in Italia)non mi stupisco più di nulla e prepariamoci,da qui al 24 febbraio p.v. a vederne e sentirne ancora delle belle ( o delle balle…)
    verranno svelati misteri,verranno arrestati latitanti di primo piano, verranno scoperti arcani italiani vecchi di decenni ;”loro” tengono tutto per le campagne elettorali, evidentemente è una strategia, vecchia,
    ma pur sempre una strategia.

    In Germania in 10 anni hanno sanato il gap che c’è stato assorbendo la
    parte “est” della nazione, noi in 70 anni non siamo riusciti a debellare
    la criminalità organizzata,appunto camorra ,n’drangheta,sacra corona unita(quanto sarà sacra poi?) mafia,stidda,etc.e non basteranno neanche i prossimi settanta se si continua come è stato fatto fino ad ora.

    Io sono uno di quelli che darebbe le chiavi della propria attività in mano alla Sig.ra Merkel e che mi spiegasse come fare per stare al passo
    senza perdere la dignità.

  • Anarchiste

    Personalmente, preferirei che mi lasciassero l’IMU, ma che non alzassero di altri 2 punti percentuali l’IVA portandola al 23%(manovra già prevista per Luglio.

    Come hanno fatto in Germania? è facile e sotto agli occhi di tutti : riducendo il costo della vita applicando un controllo ai prezzi, soprattutto durante il passaggio Marco/Euro (fare la spesa nei supermercati, comprando anche articoli di marca costa meno della metà rispetto che da noi) ed aumentando il potere d’acquisto della forza lavoro (un operaio metalmeccanico guadagna circa 2500€ netti al mese ed ha 13ima e 14ima detassate).
    Così si incrementano i consumi, si aumenta la richiesta e si crea lavoro.

  • Sempre riguardo alla famigrata IMU ma a livello locale, trovo semplicemente assurdo e offensivo nei confronti dei soliti onesti che il nostro Comune intenda (o forse ha già previsto….) aumentare questa tassa quando pare ormai accertato che il 10% degli utenti cremonesi ha omesso di versare quanto dovuto, con un conseguente mancato introito di circa 3,5 milioni di euro. Indubbiamente risulta molto più facile e comodo aumentare l’imposizione, ma sarebbe molto più serio e corretto perseguire chi non ha pagato, anche perchè negli uffici comunali risultano perfettamente tutti i nominativi di chi ha fatto il furbacchione…… Poi ci meravigliamo del marcio che vediamo in giro ? Chiunque non paga quanto deve, contribuisce a tenere in vita il marciume fingendo poi di scandalizzarsi credendo che gli altri siano tutti fessi. Bene, i cremonesi saranno contenti e felici che per colpa di qualcuno crescerà l’Imu e l’addizionale comunale nel più completo menefreghismo di onesti e disonesti.
    Ben vengano quindi lettere come quelle della Sig.ra Zanotti.