Cronaca
Commenta10

Corruzione sanità, la dg Mariani indagata: "Sono tranquilla: continuerò a garantire la trasparenza"

foto Sessa

Il giorno dopo la notizia dell’inchiesta della Direzione Investigativa Antimafia di Milano su presunti episodi di corruzione connessi ad appalti e forniture di aziende ospedaliere lombarde che vede la direttrice generale dell’Ospedale di Cremona Simona Mariani indagata, ecco la nota ufficiale che arriva dal presidio cremonese. “La sottoscritta – scrive la Mariani – nella sua qualità di Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Cremona, non intende rilasciare altra dichiarazione se non quella di dirsi tranquilla e fiduciosa che la Magistratura milanese possa concludere quanto prima le indagini che la vedono coinvolta in episodi capaci di ledere la decorosa immagine professionale nonché un percorso lavorativo di costante sacrificio che ha contraddistinto il proprio operato in tanti anni di servizio per la Pubblica Amministrazione ed ha consolidato il rapporto di fiducia con i terzi”.
“Pertanto – continua Mariani – consapevole che il suo dovere primario è il perseguimento dell’interesse pubblico, la stessa ritiene necessario continuare a garantire la trasparenza nella gestione della Sanità e il bene della salute. Per tale ragione reputa indispensabile attendere, senza alcun evanescente ed istintivo commento mediatico, che l’Autorità giudiziaria proceda alla definizione della delicata fase di controllo fino all’accertamento dei fatti per i quali è, oggi, chiamata a rispondere. Pertanto, nelle more, non reputa opportuno rilasciare alcuna intervista in ordine agli eventi notori”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti