Un commento

Porta Romana, l'Esselunga ha concluso i lavori sul giardino

esselunga-01

La riqualificazione del giardino posto al centro di piazza IV Novembre è conclusa ed è già iniziata la manutenzione. L’intervento ad opera di Aree Verdi di Esselunga S.p.A., la società alla quale il Comune di Cremona ha affidato la sistemazione e la manutenzione di questa area verde fino al 31 dicembre 2014. Si tratta di un contratto di sponsorizzazione, eventualmente rinnovabile, che non prevede oneri a carico dell’Amministrazione. Il progetto iniziale di sistemazione  è stato interamente rispettato, l’unica variazione è che, anziché procedere alla semina del prato è stato posizionato manto erboso precoltivato. Sono state inoltre recuperati sette celtis australi (detti comunmente spaccasassi o bagolari): due sono stati infatti riposizionati all’interno del giardino e cinque collocati in altre aree verdi della città. Per tutto il periodo di validità del contratto il Comune ha concesso l’autorizzazione ad esporre nell’area un cartello informativo, secondo le indicazioni e le specifiche tecniche prescritte dall’Amministrazione, dove comparirà la dicitura “Questa area verde è curata da…” con il logo dello sponsor.

Tempo addietro il Comune ha deciso di avviare una sperimentazione per ricercare soggetti privati e pubblici che intendessero proporsi come sponsor per la riqualificazione e la manutenzione di alcune aree verdi comunali. Un progetto finalizzato al contenimento delle risorse pubbliche e, nel contempo, alla valorizzazione di zone che erano state in passato trascurate. E’ stato così emanato un apposito avviso e le proposte sono iniziate ad arrivare. Tra queste si è concretizzata quella di Esselunga S.p.A., altre, sono in fase di realizzazione e riguardano non solo la sistemazione di rotatorie poste all’ingresso della città, ma anche di aree riservate al passeggio dei cani. Si tratta di un impegno dunque a largo respiro, come tiene a sottolineare l’assessore ai Lavori Pubblici Francesco Zanibelli, ricordando che in tale progetto si è speso e si sta spendendo in modo particolare il consigliere comunale Giorgio Everet, che si è messo a disposizione della Giunta per quanto riguarda il verde pubblico e la sua cura.

Come ha spiegato Giuliano Arcari di Esselunga agli amministratori, la riqualificazione ha preservato quanto di valido era già presente. Sono state estirpate le ceppaie delle quattro piante di pino presenti all’interno delle aiuole centrali, piante irrecuperabili e a rischio caduta. E’ stato valorizzato il filare perimetrale di celtis australis (detti comunemente spaccasassi o bagolari), in modo che le piante rimanenti possano svilupparsi in maniera adeguata e regolare. Sono state eliminate le siepi di ligustro nelle aiuole interne, mentre è stata manteunta quella esterna come divisione tra l’area a verde e la viabilità circostante. Intervento questo che ha dato maggiore respiro al giardino, consentendo anche una migliore visibilità dall’esterno, riducendo così eventuali problemi di sicurezza. Laddove vi erano vuoti lungo la siepe esterna, sono stati colmati con nuove piante, permettendo il transito delle persone solo nelle zone in sicurezza (strisce pedonali). E’ stata mantenuta la striscia di calcestre sul lato nord per l’ingresso dei mezzi di manutenzione. Sono stati integrati gli arbusti attraverso la posa di tre agrifogli nel centro delle tre aiuole lobate, con la creazione di macchie di rose in corrispondenza delle panchine e dell’aiuola con il monumento al Carabiniere. L’area è stata dotata di impianto irriguo. Particolare attenzione è stata riservata agli arbusti esistenti con la potatura delle piante di melograno per eliminare i rami secchi, diradare le sovrapposizioni, tagliare i rami troppo vigorosi e quelli stentati, bilanciando opportunamente la chioma. Per questo intervento Esselunga ha investito complessivamente 25.000,00 euro.

Il sindaco Oreste Perri, ringraziando Esselunga per la disponibilità dimostrata e per l’ottimo lavoro compiuto, ha ricordato che questa formula ha avuto successo visto che vi sono altre aree verdi curate da privati attraverso le stesse modalità. Così la città tutta ne guadagna migliorando il proprio aspetto, dall’altra i privati possono dimostrare in maniera tangibile che si sono spesi per il bene della nostra comunità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • germana

    se gli avanza tempo e qualche euro potrebbero mandare qualcuno a togliere i papaveri dalle mura di Porta Mosa…. sono ROSSE dalla vergogna…..