2 Commenti

Zaffanella: 'Zamboni scelta non condivisa in maggioranza'

zaffanella-aem

Ha  rischiato di spaccare la maggioranza in Comune, la candidatura di Federico Zamboni  alla presidenza di Aem Gestioni.  Una candidatura giunta senza consultazioni preventive e che ha molto irritato i componenti del gruppo Misto, parte indispensabile della maggioranza che sostiene il sindaco Perri. Proprio al sindaco si è rivolto ieri il capogruppo Giacomo Zaffanella, riportandogli i malumori dei consiglieri e il suo a – dir poco –  stupore nell’apprendere da altri di un nominativo che avrebbe dovuto essere argomento di discussione. ‘E’ stata una grave scorrettezza – afferma Zaffanella –  leggere di una scelta praticamente già fatta, dopo che io chiedevo da tre settimane una condivisione in maggioranza sulla scelta. Ho chiesto delucidazioni al sindaco che mi ha detto come quel nome, gli fosse stato proposto da un membro del Pdl come frutto di una scelta condivisa in maggioranza. Cosa che, come ripeto, non c’è mai stata. Qualcuno nel Pdl sta facendo l’indiano’.

La  ricucitura in extremis c’è stata, dopo un colloquio di venti minuti tra Zaffanella e il vicecoordinatore provinciale Pdl Fabio Bertusi. ‘Resta il fatto che qualcuno nel Pdl ha mandato avanti un nome anche se non era completamente condiviso. La partita per la nomina del nuovo Cda si chiude lunedì, ora non c’è più tempo per alternative. E poi – chiarisce Zaffanella – noi del Misto non abbiamo niente contro la persona scelta, che avremmo anche potuto appoggiare, qualora fossimo stati coinvolti nella discussione’.

‘Al Misto la cosa può andar bene perchè non vuole creare altri problemi alla maggioranza che sostiene Perri. Comprendiamo le motivazioni che hanno portato a ciò, legate alla turbolenza all’interno del Pdl’, conclude il capogruppo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Fabio

    Quanti exleghisti allontanati dal Sindaco! Ecco perchè si sono goduti la poltrona (avuta grazie ai voti presi dalla Lega) fino all’ultimo giorno, senza Lega si ritorna nell’anonimato!

  • OettaM

    Quindi, se decripto bene il politichese, non importa che un farmacista finisca a guidare una utility (sarà bravissimo, per carità, ma possibile non ci fosse nessuno di più….competente?). Importa il fatto che gli amici della maggioranza non li avevano avvertiti prima.