Commenta

In crescita le esportazioni cremonesi verso Nord Africa e Medio Oriente

exportevid

Più di 16 miliardi di euro. E’ il valore dell’interscambio lombardo con i Paesi mediterranei del Nord Africa e del Medio Oriente nel 2012. Un interscambio trainato dalle esportazioni, oltre 9,2 miliardi, in crescita del 7,4% a fronte di un -8,3% registrato per l’import. E’ il territorio milanese il primo per scambi (43% dell’import-export regionale), sul podio salgono anche Pavia (23,5% lombardo) e Mantova (19,1%) per import, Brescia (12,9%) e Varese (12,2%) per export. Cremona, fra 2011 e 2012, vede una crescita delle esportazioni del 5,2%; prevedibile il calo registrato nelle importazioni, soprattutto dalla Libia: -70%.

Osservando i dati lombardi, in crescita soprattutto l’export di prodotti agricoli, prodotti delle attività di trattamento rifiuti e risanamento, prodotti delle attività professionali, scientifiche e tecniche e delle attività artistiche, sportive e di intrattenimento.

Sono quasi 19mila, inoltre, gli imprenditori attivi in Lombardia, nel primo trimestre 2013, e nati tra Tunisia, Egitto, Marocco e Giordania, in crescita del 5,7% in un anno. Nel territorio cremonese se ne contano 643 (+2,7%).

Il tutto emerge da un’elaborazione Camera di commercio di Milano su dati Istat relativi agli anni 2012 e 2011 e su dati del registro imprese al primo trimestre 2013 e 2012. Proprio in mattinata alla Camera milanese è stato organizzato un seminario dal titolo “Italia e Sud Est Mediterraneo: opportunità di investimento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti