Un commento

Treni e disagi, in Regione si discute l'interrogazione del Partito democratico

pend

Domani mattina verrà discussa in Consiglio regionale l’interrogazione, presentata dal Gruppo regionale del Pd, condivisa da Andrea Fiasconaro del Movimento 5 stelle e all’indirizzo dell’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Del Tenno, in merito ai continui disservizi che si presentano quotidianamente lungo le direttrici del sud Lombardia e in particolare sulle linee Cremona – Brescia, Milano – Cremona – Mantova e Cremona – Treviglio. Tra i primi firmatari del testo ci sono i due consiglieri regionali del Pd Agostino Alloni, segretario della commissione infrastrutture in Consiglio, e Marco Carra, rispettivamente portavoce delle istanze del cremonese e del mantovano. Le domande poste all’assessore sono precise e rimandano a quanto egli ha dichiarato nelle sua ultima visita nelle due province, una il 25 maggio a Mantova, dove è stata ribadita la necessità di migliorare il collegamento tra Milano e Mantova e di affrontare con gli altri gestori i problemi della linee ferroviarie Verona – Mantova – Modena, e l’altra il 7 giugno, occasione in cui l’esponente della Giunta ha illustrato un trend di miglioramento delle linee cremonesi, per Alloni “non riscontrabile nella realtà quotidiana.”
“Vorremmo capire dall’assessore quali strumenti intenda mettere in campo la Giunta per migliorare il servizio ferroviario lungo le linee cremonesi e mantovane – spiegano Alloni e Carra – e se c’è l’intenzione di approfondire e sviluppare il progetto di treni diretti Crema/Milano e Cremona/Milano e nel caso rivedere le tracce orarie della linea per Piacenza di comune accordo con la Regione Emilia Romagna per incrementare le relazioni dirette tra Cremona e Mantova per Milano. Inoltre vorremmo conoscere la ratio con cui Trenord, in un piano generale di rinnovo del materiale rotabile previsto dal nuovo contratto, a deciso di dirottare su Cremona 7 vecchi treni diesel non utilizzati più da altre linee. Una scelta incomprensibile a discapito dei tanti pendolari quotidianamente vessati dalle inefficienze della linea”.
Infine i due esponenti del Pd chiederanno conto all’assessore sul progetto di un treno veloce verso Milano, avanzato dai pendolari e dai comuni interessati. “Ci risulta che Regione Lombardia e Trenord abbiano bocciato l’ipotesi di una velocizzazione della linea che collega Milano con Cremona e Mantova – concludono – e vorremmo capire il perché”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • il qualunquista

    sono vent’anni che sento parlare di interventi della regione o dai vari partiti ma alla fine i pendolari vengono sempre snobbati e abbandonati ,quindi per piacere smettetela di sparare cazzate.